Pubblicità
17.5 C
Roma
14.8 C
Milano
martedì, Aprile 16, 2024
Pubblicità
PubblicitàBritish School Banner 2023

POLITICA

PubblicitàLancio Master 2023 Limited Edition

ESTERI

Pubblicità
Pubblicità
HomeCopertinaItaliaBeppe Grillo: "Al Qaeda bombardi il parlamento italiano". Siamo alla pura follia...

Beppe Grillo: “Al Qaeda bombardi il parlamento italiano”. Siamo alla pura follia (ma la frase è decontestualizzata). Il video

GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Grillodi Giancarlo Grassi

Se si è arrivati a questo per qualche voto in più vuol proprio dire che questo paese è fottuto e i suoi leader politici sono ancora più fottuti.

Secondo quanto scrive La Repubblica commentando il comizio di Beppe Grillo a Bologna, il comico-guitto-leader politico ha invitato Al Qaeda a bombardare Roma, ha fornito le coordinate Gps, allude a una “ridente cittadina, un pò più a Sud di Bologna” e invita Al Qaeda, in caso di rappresaglie per l’escalation militare in Mali, a indirizzare lì i propri missili.

Grillo avrebbe poi aggiunto: “Fatelo prima del 25 febbraio sennò finisce che ci prendiamo anche noi”.

Se è così, non si sa davvero cosa commentare, come commentare, non si sa nemmeno perché commentare parole che sono incommentabili, candidati la cui cialtronaggine è pari solo alla loro cieca ambizione, non c’è davvero da scherzare.

Quando ci si appella a forze la cui pericolosità è ultranota, per fare notizia o per raggranellare il voto di qualche intollerante, diventa davvero difficile pensare che la soluzione non sia quella di lasciare questo paese di pazzi definitivamente.

Il giudizio sulla pazzia non cambia molto quando riascoltiamo le parole di Grillo nel contesto in cui sono state pronunciate (preghiamo i lettori andare al minuto 54 della registrazione, ciò che dice Grillo continua d essere fort e a non trovarci d’accordo, ma è il seguitodi un ragionamento sul Mali di be altro tenore politico e sociale.

Video streaming by Ustream

Ringraziamo Davide @izetron per la puntuale segnalazione.

Pubblicità

LEGGI ANCHE