Pubblicità
13.1 C
Roma
7.9 C
Milano
Pubblicità
PubblicitàBritish School Banner 2023

POLITICA

PubblicitàLancio Master 2023 Limited Edition

ESTERI

Pubblicità
Pubblicità
HomeNotizieSanremo & Trash: si parte da dieci milioni e oltre seicentomila spettatori

Sanremo & Trash: si parte da dieci milioni e oltre seicentomila spettatori

di Profano & Trash

Il 74° Festival di Sanremo con la prima serata di martedì 6 febbraio 2024 ha sfondato il muro delle 2.00 del mattino. Capisco che la mattina possano dormire, io sarò morto per il resto della settimana, se poi devono alzarsi per lavorare possono sempre giustificare il loro nervosismo dando la colpa a Sanremo.

Secondo il sito Davidemaggio.it dalle 21.25 all’1.59 “su Rai 1 si sono sintonizzati 10.561.000 spettatori, pari al 65.1% di share. Nel dettaglio, la prima parte (21:25/23:31) segna 15.075.000 spettatori e il 64.34% (permanenza del 59.09% e 25.511.000 contatti); la seconda parte (23:34/1:59) 6.527.000 e il 66.85% (permanenza del 42.24% e 15.454.000 contatti). La primissima parte Sanremo Start, dalle 20:44 alle 21:19, cattura 12.967.000 spettatori, con il 51.11%. All’interno della serata, il TG1 60 Secondi alle 23:53 informa 9.523.000 spettatori, pari al 63.04%”.

Con l’apertura affidata a Marco Mengoni ho praticamente chiuso le orecchie fino a Loredana Bertè, un mito una leggenda che al suono del faccio-quello-che-cazzo-mi-pare-vi-piaccia-o-no si trova prima in classifica. Finché dura.

Poi ci sono i siparietti, i divanetti, le presentazioncine e le solite traduzioni dei quotidiani che, postumi, descrivono gli insignificanti accadimenti della conduzione (tutto preparato a tavolino, qui nessuno è cretino) in modo da catturare i loro lettori, tutti uguali e tutti diversi, rendendo insignificante ciò che significato già ne ha poco.

Perché la vera notizia che riguarda Sanremo tira in mezzo Amadeus e il filo-leghista, già ex-forcone, leader super-macho di una delle tante sigle che trattoreggiano con maschia determinazione (anche quando sono donne) verso Roma per farla vedere al governo – delle ragioni che li spingono a una simile e inutile caciara ne parla Massimo Mastruzzo qui… Perché dovete sapere che il trattorista principe strizza l’occhio a Salvini. E non vorrete che la maggioranza di governo a nome Fratelli d’Italia (con cognati e sorelle al seguito) permettano che questo qui, o qualcun altro, finiscano sul palco a ricordare ciò che Meloni prometteva dall’opposizione e non fa dal Governo, di fronte a una platea che in sette giorni potrebbe sfiorare gli ottanta milioni di spettatori, vero?

Ecco così come Amadeus, nella sua straordinaria e tutta sicula innocenza, senza colpo ferire e col sorriso sulle labbra, l’ha messa in quel posto a vertici Rai e governicchio odierno: ha dichiarato che i trattori sono benvenuti all’Ariston e ora staremo a vedere come la Rai si rimangerà la parola. Ci penseranno da par loro FdI  luogo non fisico dove a rimangiarsi le promesse sono abili e senza nemmeno troppo scusarsi dicono che fanno “a” e poi fanno “b”? Po’ ezze… Perché alla fine tu dovevi solo votarli, mica ti devono anche dare un paese in linea con quello che hanno promesso – a parte ciò che fa comodo a loro.

Sanremo (& Trash) è anche questo, ma è la roba di cui si parla meno. Perché il Festival  è un non-luogo dove può succedere (e in effetti succede). Dove riescono persino ad inneggiare ai Negramaro. Dove persino Fiorella Mannoia dopo quarant’anni di carriera cantando melodie tutte simili dentro la stessa ottava e l’ugual rigirarsi di accordi, sembrava viva. Altro che Meloni. Questi sono i veri miracoli italiani.

 

 

(7 febbraio 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



LEGGI ANCHE