22.9 C
Roma
lunedì, Agosto 2, 2021

Malan lascia Berlusconi e sposa Meloni, perché (politicamente parlando) tocca fare a capirsi

di Giovanna Di Rosa, #politica

Il panorama è ormai così chiaro che per dichiararsi di destra pura, quella meloniana con spinte ungaro-sovraniste che ha in odio Bella Ciao, non c’è più nemmeno bisogno di nascondersi dietro Berlusconi, ormai alla canna del gas e a tempo (politicamente) scaduto; il dimezzamento dei parlamentari chiede inoltre di accasarsi in più sicuri loculi così che stupisce pochissimo che Lucio Malan abbia deciso per lo sposalizio con Fratelli d’Italia.

Malan, esponente storico di Forza Italia, con Silvio Berlusconi dal ’96, con un passato nella Lega, torna così alle origini, solo un tantinello più a destra. Come i tempi sovranisti filo ungaro-polacchi con sottofondo di Nuova Russia sembrano richiedere.

Malan confida all’Adnkronos che la scelta non è stata facile – quanto soffrono ‘sti politici, nse ponno guardasse – né presa a “cuor leggero” avendo deciso di lasciare Berlusconi solo “nelle ultime 48 ore”.

Malan con Meloni – Malan è il parlamento da 25 anni, mentre lei era già ministra nell’ultimo governo Berlusconi che cadde nel 2011 – sono la testimonianza del nuovo nuovissimo che all’estrema destra avanza. Dai sondaggi pure vincente. Poi si sa come vanno i sondaggi in Italia. Salvini in Toscana ed Emilia-Romagna – non necessariamente in quest’ordine – né è testimone.

 

 

(19 luglio 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 



POTREBBERO INTERESSARTI

4,576FansMi piace
2,368FollowerSegui
119IscrittiIscriviti
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: