Home / lgbtqi / Africa & Maghreb lgtb / Zimbabwe, Mugabe non decriminalizzerà “mai” l’omosessualità nel paese

Zimbabwe, Mugabe non decriminalizzerà “mai” l’omosessualità nel paese

dRobert Mugabe 01i Paolo M. Minciotti

 

 

 

 

 

 

Con il disprezzo che contraddistingue le dichiarazioni rivolte agli altri, siano concittadini o altri capi di Stato, siano membri dell’ONU o dell’Unione Africana, l’orrendo dittatore Robert Mugabe, ultranovantenne ed ancora in sella, ha dichiarato che il suo paese non decriminalizzerà “mai” l’omosessualità, rigettando così una “raccomandazione” delle nazioni europee componenti il il Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite. Il portavoce del dittatore dello Zimbabwe ha dichiarato che “142 raccomandazioni sono state accolte”, ma non quella riguardante la depenalizzazione dell’omosessualità tra adulti consenzienti nel paese. I funzionari proni a Mugabe hanno denunciato di non potere essere favorevoli ad accettare “pressioni” per “istituire il matrimonio omosessuale [sic] nel paese”, ma nessuna pressione in tal senso – denuncia Gays and Lesbians of Zimbabwe (GALZ) – è mai stata sottoposta al governo del dittatore.

 

 

 

 

 

(9 novembre 2016)

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2016  diritti riservati, riproduzione vietata

 

Comments

comments

gaiaitalia.com

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi