Pubblicità
12.8 C
Roma
7.8 C
Milano
Pubblicità
PubblicitàBritish School Banner 2023
PubblicitàLancio Master 2023 Limited Edition
Pubblicità
Pubblicità
HomeEuropaO del confezionare i titoli secondo l'aria che tira (o in accordo...

O del confezionare i titoli secondo l’aria che tira (o in accordo col vento che cambia)

Qualche giorno fa pubblicavamo i risultati di un sondaggio che forniva una serie di risultati possibili, relativi alle prossime elezioni europee, basati sulla ricerca citata da una nota agenzia di stampa italiana. Ci si riferiva a un sondaggio prodotto da Euractiv con l’ausilio delle proiezioni di Europe Elects, i Popolari Europei dovrebbero emergere dalle elezioni di giugno 2024 come il primo partito con 178 seggi seguiti dai Socialisti con 143.

L’articolo citava anche il gruppo europeo di Salvini e Le Pen come terzo partito con 93 seggi; dietro di loro i liberali di Renew Europe (che corrono da soli) a cui andrebbero 84 eurodeputati, seguiti a ruota da Ecr, che è il gruppo di Meloni e dei polacchi del PiS con 80 eurodeputati. E via raccontando.

Il titolo dell’articolo si soffermava sulla maggioranza a Bruxelles che, più o meno stabilmente, dovrebbe rimanere quella di oggi e suonava più o meno come il nostro che era “Secondo un recente sondaggio Ppe e Socialisti Democratici avanti a Bruxelles“. E’ con stupore misto a sorpresa che abbiamo letto oggi, sulle pagine online della stessa autorevole agenzia, che lo stesso articolo, identico anche nelle virgole, legato alla maggioranza Ppe-Socialisti dopo le elezioni di giugno titolava di vantaggio dei sovranisti in 9 paesi europei.

Se in questo paese anche i più autorevoli (o ritenuti tali) si trovano costretti a ripubblicare gli stessi articoli cambiandone il titolo mantenendo inalterato il contenuto non per fare opinione, ma per guadagnare pagine lette (o titoli letti, per meglio dire) siamo davvero alla canna del gas.

 

(25 gennaio 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


In Evidenza