AIDS, il vaccino potrebbe essere davvero alle porte

Leggi di più

Bologna, dodici misure cautelari tra appartenenti al Collettivo Universitario Autonomo e Laboratorio Cybilla

di Redazione Bologna Questa mattina la DIGOS della Questura di Bologna ha eseguito su disposizione della locale Procura della Repubblica, nella persona del Procuratore Capo dott. Giuseppe Amato e del dott. Antonio Gustapane, titolare delle indagini, 12 misure cautelari, emesse dal G.I.P. del Tribunale di Bologna, dott. Claudio Paris, a carico di altrettanti appartenenti del Collettivo […]

Volpi e Garozzo consegnano il fioretto alla Città di Torino

di Redazione Torino Il Grand Prix FIE TROFEO INALPI incorona Torino capitale mondiale del fioretto nell’ambito della prima prova del calendario GRAND PRIX SERIE 2023 di fioretto maschile e femminile in programma al Pala Alpitour dal 10 al 12 febbraio, Alice Volpi e Daniele Garozzo consegneranno il fioretto al sindaco Stefano Lo Russo e all’assessore allo Sport e […]

Tragedia sul lavoro nel cantiere del Terzo Valico a Voltaggio: muore un 33enne

di Redazione Alessandria Tragedia nel cantiere del Terzo Valico a Voltaggio, nell’Alessandrino attorno all’una di notte del 7 febbraio. Uno scoppio, dovuto probabilmente a una fuga di gas, e la fiammata che ne è seguita, ha provocato la morte di un operaio e il ferimento di un altro operaio. La vittima è un uomo di 33 anni, calabrese, in […]

Il Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano è il primo in Europa con doppia certificazione FSC e PEFC per la gestione forestale sostenibile e i servizi...

di Redazione Bologna In Italia i boschi arrivano a coprire il 37% del territorio: un grande valore che deve però essere gestito in maniera opportuna[1]. È infatti necessario tutelare il patrimonio forestale e arboreo italiano a 360 gradi, tenendo conto dei suoi “servizi ecosistemici”, ovvero i benefici multipli forniti dagli ecosistemi al pianeta e al genere […]

CONDIVIDI

di Pa.M.M.

Una sperimentazione statunitense sta dando risultati decisamente incoraggianti. Si parla di un anticorpo capace di bloccare il virus dell’Hiv che esiste già nel nostro organismo. Lo  riconosce anche in tutte le sue varianti e lo cattura anche se si traveste. Ha un nome: “anticorpo neutralizzante ad ampio spettro”, ma è rarissimo e il nostro organismo non lo produce quasi mai. Nemmeno in presenza di Hiv.

Solo dopo decenni di ricerche gli scienziati si sono accorti di essere forse in presenza dell’indizio giusto per un vaccino. Sono i ricercatori di International Aids Vaccine Initiative, dei National Institutes of Health che hanno messo a punto un vaccino capace di generare questi rarissimi anticorpi neutralizzanti ad ampio spettro contro l’Hiv. I risultati sono molto incoraggianti: scrive Repubblica che su 27 volontari immunizzati con due dosi a 4 settimane l’una dall’altra, 26 avevano nel sangue diversi di questi rarissimi anticorpi. L’efficacia si avvicinerebbe al 93% e non sono stati sperimentati effetti collaterali rilevanti. Si è ancora in fase sperimentale perché con l’Aids non si è sicuri nemmeno di quanto a lungo questi anticorpi stimolati dal vaccino potranno durare. Non si può quindi parlare di scudo contro la malattia.

 

 

(2 dicembre 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 



 

 

 

 

 

 

 

 

 


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: