22.9 C
Roma
lunedì, Agosto 2, 2021

“Eccesso colposo di legittima difesa”, è che a forza di soffiare sul fuoco poi il morto ci scappa

di Redazione, #Politica

Mentre parte la difesa d’ufficio di Matteo Salvini, diretta al suo partito mica all’assessore accusato di omicidio per eccesso colposo di legittima difesa, siamo di fronte agli “spintoni” che fanno “partire i colpi”, almeno così parrebbe dalle prime fumose dichiarazioni, con immediato tentativo di offuscamento dall’apparato propagandistico salviniano.

Una bruttissima storia di fronte alla quale l’unica cosa che i partiti democratici possono fare è organizzare una manifestazione nazionale contro le derive anti-democratiche che porti in piazza qualche milione di persone e dia un segnale definitivo che dica “Basta!”, non alla politica ma ai linguaggi d’odio. Non ci aspettiamo tanto.

Eccesso colposo di legittima difesa l’ipotesi su cui sta lavorando la Procura di Pavia. Lo scrive l’Adnkronos. Adriatici è stato arrestato per omicidio doloso e per ora si trova agli arresti domiciliari con questa accusa. La Procura valuta inoltre il conferimento di altre consulenze tecniche, inclusa quella balistica. Adriatici nel primo interrogatorio ha riferito di essere stato spintonato dal 39enne e che un colpo è partito accidentalmente dalla sua calibro 22 mentre cadeva a terra. Le consulenze balistiche diranno se esiste compatibilità tra racconto e fatti. La Procura, nel frattempo, ha già disposto l’incarico per l’autopsia del 39enne. La Lega, nel frattempo, ha già predisposto la propaganda a difesa con spada tratta al seguito. Come se il partito di Salvini fosse un’autorità indipendente che gestisce la giustizia per conto suo.

Nel frattempo Adriatici, si è autosospeso dall’incarico, e non lo scriviamo come se fosse un merito, ma giusto come informazione, e come atto dovuto. E il M5S dice, per la prima volta da tempo, qualcosa che ha un grande peso politico: “Quanto avvenuto ieri sera a Voghera è un fatto drammatico e grave che andrà chiarito dalle autorità inquirenti. Invitiamo la Lega a stare al suo posto. La ricostruzione dell’accaduto non è questione di competenza del Carroccio”. Cioè basta con Salvini che emette le sentenze.

E nemmeno nostra. Diciamo soltanto che perché parta un colpo, anche accidentalmente, la pistola devi avercela in mano. Il resto è roba da inquirenti.

 

(21 luglio 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 



POTREBBERO INTERESSARTI

4,576FansMi piace
2,368FollowerSegui
119IscrittiIscriviti
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: