11.6 C
Roma
domenica, Ottobre 17, 2021

Fingere di ignorare il colore politico e l’estremismo delle manifestazioni è insensato

di Daniele Santi #Lopinione twitter@gaiaitaliacom #Politica

 

Scuserete la franchezza, ma ignorare che colore politico hanno le devastazioni operate a Napoli da gruppi evidentemente organizzati, benissimo organizzati, e con che fine queste manifestazioni vengono mosse, vorrebbe dire continuare a dare fieno alle vacche utile solo alle loro ruminazioni. E’ ora di dire che in questo paese è in opera da anni un progetto di destabilizzazione e involuzione illiberale che trova, o cerca, in questa situazione d’emergenza, la spallata definitiva.

Le decine di identificati, ancora nessun arresto, l’ipotesi di reato di devastazione, il coinvolgimento di hooligans che si mettono a disposizione per spaccare qua e spaccare là perché quando si è incapaci di costruire si distrugge, stanno nella squadrone squadrista del nero scacchiere neofascista che venerdì notte ha messo a ferro e fuoco Napoli, mirando al palazzo della Regione e al governatore De Luca.

Alcune centinaia di nullafacenti violenti, motorini e volti completamente travisati da casco, mascherine e  cappelli che non si accontenteranno della bravata della notte tra il 22 e 23 ottobre, perché ci sono sempre nullafacenti violenti, motorini e volti completamente travisati da casco, mascherine e cappelli. Si chiamano hooligan, camorristi ed esponenti della destra eversiva, pronti a fare la guerra allo stato. Soprattutto in tempi d’emergenza. Il virus si è impossessato delle loro teste.

Si chiama neofascismo, non Covid. E quello, al contrario del Covid, si combatte anche chiamandolo col suo nome.

 

(27 ottobre 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 




Share and Enjoy !

0Shares
0


0

POTREBBERO INTERESSARTI

SEGUITECI

4,687FansMi piace
2,378FollowerSegui
120IscrittiIscriviti
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: