Home / Copertina / Quelli che non “denuncio sennò pagano gli Italiani”, quando in realtà non ci sono gli estremi per denunciare

Quelli che non “denuncio sennò pagano gli Italiani”, quando in realtà non ci sono gli estremi per denunciare

di Giovanna Di Rosa #Odiatori twitter@gaiaitaliacom #Politica

 

Dunque la trasmissione Report doveva essere denunciata perché colpevole di rendere noti, ed ancora più pubblici, i commenti degli odiatori seriali che in stragrande maggioranza fanno capo ai sovranismi imposti da chissà chi, ai nuovi salvatori della Patria che già stavano lì durante i primi governi Berlusconi – quelli che diedero la stura ai disastri attuali – salvatori della patria che in un caso specifico erano titolari di ministero, senza portafoglio, quello della Gioventù.

Dopo la giusta messa in onda dei commenti degli odiatori in questione, quelli che dovevano denunciare, e gridavano a gran voce che avrebbero denunciato, non potendo farlo perché non c’erano gli estremi per la minacciata denuncia, ed essendo Report una trasmissione della RAI – si sono inventati la genialata che racconta, via Tweet e in soldoni, non vi denuncio perché altrimenti pagherebbero gli italiani…

Capite? Mentre si prendono il loro stipendiuccio pagato dai soldi degli Italiani, e navigano – invece che stare in parlamento – da un comizio all’altro, da una trasmissione televisiva all’altra, seminando divisione, irrigando rabbia e fomentando razzismo, si preoccupano dei soldi che pagherebbero gli Italiani nel caso loro denunciassero – perché, è sottinteso, vincerebbero la causa. Non solo solo bugiardi. Sono anche codardi. E voi gli credete.

 

(13 novembre 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 




Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi