Home / Dico quello che mi pare... / Un politico che chiede al padre di dire la verità ai magistrati non è una buona notizia?

Un politico che chiede al padre di dire la verità ai magistrati non è una buona notizia?

di Daniele Santi

 

 

 

 

Dunque abbiamo assistito anche oggi all’uscita del consueto notizione pubblicato dai soliti noti e ripreso dai soliti notissimi, baroni dell’editoria, sulla telefonata – carpita? da dove è uscita? siamo ancora alle fughe di notizie dalle procure? che paesaccio indecente! – presumibilmente intercorsa tra Renzi figlio e Renzi padre che, come spesso succede, stava lì a dimostrare che dopo una certa età i ruoli si invertono. E questa è l’unica cosa certa. Tutto il resto è incerto, non si sa, forse è vero, forse no, noi l’audio non l’abbiamo sentito e non lo andremo a cercare e fa parte di quell’informazione un po’ fangosa della quale tanti di noi farebbero volentieri tanto a meno. Evidentemente non tutti e non volentieri.

I fatti riferiti avrebbero a che fare con Matteo Renzi che durante una conversazione telefonica con il padre per le vicende che lo riguardano, mai troppo chiarite, né chiare, considerando l’uso che se ne fa, nella quale telefonata il figlio – nelle vesti del padre – ripetutamente e con forza – dicono – “stimolava” il padre a dire “la verità ai magistrati”, personalmente avremmo fatto la stessa cosa, ma pare che la cosa sia in sé delinquenziale. Senza scendere in particolari a noi pare che se un politico parla con il padre, invitandolo a dire la verità ai magistrati, ci pare una bella notizia. Poi lasciamo lavorare la giustizia, se la giustizia riterrà di doverlo fare.

La cattiva notizia è questa orribile maniera di fare informazione, mettendo in piazza famigliari, parenti, amici e fors’anche i morti, se questo serve a far notizia, colpire un politico o vendere una copia in più.

 

 

 

 

(16 maggio 2017)

 




 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



 

 

 

Comments

comments

gaiaitalia.com

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi