30.5 C
Roma
venerdì, Giugno 24, 2022
Pubblicità

Quale percorso di studi serve per diventare agente immobiliare

POLITICA

di Redazione

Chi ambisce a diventare un agente immobiliare può seguire diversi percorsi di studi; vale la pena di precisare, in ogni caso, che il possesso di una laurea non è un requisito indispensabile per raggiungere tale obiettivo. Di certo, si parte avvantaggiati con un corso di laurea di tre anni in economia aziendale e management. Si tratta di una proposta formativa grazie a cui si possono acquisire le competenze essenziali non solo in ambito economico, ma anche dal punto di vista della gestione delle aziende private e pubbliche, senza dimenticare le tecniche quantitative e i metodi della statistica, della matematica finanziaria e della matematica per le applicazioni economiche. In alternativa, può essere una buona idea anche la laurea in giurisprudenza.

Per diventare agente immobiliare, per altro, è necessario anche sostenere un esame. Le materie coinvolte riguardano la legislazione e la burocrazia correlata al comparto immobiliare. Sono necessario nozioni di diritto tributario e di diritto civile che riguardano, fra l’altro, i finanziamenti, le ipoteche, i diritti reali, le iscrizioni, le trascrizioni, gli adempimenti fiscali, le tipologie di contratto, le concessioni edilizie e, soprattutto, le agevolazioni finanziarie correlate alla compravendita di immobili. Ci sono una prova scritta e una prova orale, con gli stessi argomenti; nell’orale si parla anche di oscillazione dei prezzi e andamento del mercato. Un quiz per agente immobiliare come quello che si può trovare sul sito di Dove.it è una risorsa davvero preziosa e utile dal punto di vista della formazione.

A livello burocratico, quindi, la strada che si deve percorrere per diventare degli agenti immobiliari prevede l’acquisizione di una licenza grazie a cui si è abilitati allo svolgimento della professione. L’accesso a tale titolo è garantito dalla frequenza di un corso di formazione; inoltre è necessario esibire i documenti che dimostrano lo svolgimento della professione in un’agenzia immobiliare per non meno di due anni. Inoltre, è necessario rivolgersi alla Camera di Commercio per presentare una domanda ad hoc al fine di richiedere e ottenere l’ammissione all’esame che permetterà di ottenere il patentino da mediatore immobiliare. Una volta che l’esame è stato superato, si può essere abilitati alla professione. Va ricordato, infine, che l’accesso alla professione è vincolato al possesso di alcuni requisiti morali, come per esempio l’assenza di condanne penali e il non essere assoggettati a sanzioni amministrative accessorie come indicato dalla legge n. 507 del 1999 all’articolo 5.

 

(14 giugno 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 

 

 



- Advertisement -

Ultime Notizie

Pubblicità

I più letti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: