21 C
Roma
18.6 C
Milano
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

POLITICA

PubblicitàLancio Master 2023 Limited Edition

ESTERI

Pubblicità
HomeCopertinaQuanto ci mancava l'inconsapevolezza da stadio del "po po po po po...

Quanto ci mancava l’inconsapevolezza da stadio del “po po po po po popooooo”

Pubblicità
GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di E.T. #Calcio

Seguendo l’incontro Turchia-Italia 0-3, match d’apertura del campionato europeo itinerante noto come Euro 2020, che si disputa nel 2021 causa pandemia, ci siamo resi conto di quanto ci fosse mancata l’inconsapevolezza da stadio del “po po po po po popooooo”: giovani votati al gruppo, all’assembramento (ché tocca esser moderni), all’effimera gioia del gol segnato (e al dolore inconsolabile del gol subito); incatenati all’orgasmo del seguire la propria squadra insieme al gruppo d’amici una volta alla settimana, saltellanti ed ebbri di gioia gridando all’impresa dell’idolo, della squadra, della nazionale, dell’Italia del calcio.

Ecco ciò che conta nella vita: uno sfogo settimanale che consenta per sei giorni di sopportare le traversie e le tristezze, certi che la domenica successiva una roba ovale con decine di migliaia di persone dentro che grideranno pro o contro, si sgoleranno, avranno freddo, caldo, vinceranno o perderanno e se c’è un po’ di fortuna si daranno anche qualche cazzotto dentro una rissa, toglierà tutte le pene e regalerà tutte le gioie possibili ai comuni mortali.

Eccole le meraviglie del “po po po po po popooooo” che tanto ci è mancato. Proprio il mondo dei sogni.

 

 

(12 giugno 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 

 

 

 




Pubblicità

LEGGI ANCHE