.
11.6 C
Roma
giovedì, Dicembre 2, 2021

La dote di Enrico Letta ai 18enni con una “percentuale sulla tassa di successione”

di Redazione, #Politica

Una dote ai 18enni del paese che verrà finanziata con una percentuale sulla tassa di successione da chiedersi “all’1% più ricco del paese”, sempre generoso come è noto anche al PD, così generoso da crearsi persino partito di plastica a tutela dei propri interessi, per dare un “aiuto concreto per studi, lavoro, casa”.

Lo ha detto il segretario del Partito Democratico Enrico Letta intervistato per il Corriere da Massimo Gramellini e la dichiarazione è rilanciata dallo stesso letta, che è sempre melius abundare cuam deficere dal suo profio Twitter.

 


La proposta non ci sembra una di quelle che vinceranno l’Oscar della popolarità nemmeno all’interno dello stesso PD, mentre più intelligente – ma meno strombazzata – ci pare quella di garantire “un accesso ai mutui-abitazione anche per chi non ha genitori in grado di fornire garanzie”. Letta si posiziona come buon padre di famiglia, dichiarando a Gramellini di avere il “sogno è trattenere i ragazzi italiani in Italia, senza però farli restare in casa con mamma e papà fino a trent’anni”.

La domanda successiva sarebbe, “perché mai” i giovani italiani dovrebbero rimanere in Italia che è una gerontocrazia in mano ad una oligarchia senile di conservatori sempre meno democratici e sempre più a destra. Resta il mistero sul “come” verrà distribuita quella “percentuale”, ammesso che dopodomani non si siano già dimenticati tutti della straordinaria proposta di Letta.

 

(20 maggio 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 




POTREBBERO INTERESSARTI

SEGUITECI

4,764FansMi piace
2,382FollowerSegui
128IscrittiIscriviti
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: