Home / Notizie / Come se fosse una cosa seria / Quelli che volevano chiudere le frontiere e si trovano le frontiere (altrui) chiuse

Quelli che volevano chiudere le frontiere e si trovano le frontiere (altrui) chiuse

foto: AP Photo | Matthias Schrader

di Daniele Santi #Quarantene twitter@gaiaitaliacom #Maiconsalvini

 

Così successe che quelli che volevano chiuse le frontiere e tutti fuori gli stranieri e tirare su muri – io avrei proposto anche di innalzare le alpi e di creare una calotta protettiva trasparente dall’Alpi al Palermo, certo il rischio era che poi la stupidità diventasse davvero incurabile – si trovano ad avere treni bloocati alle frontiere, navi bloccate alle Maldive, politici stranieri che vogliono chiudere le frontiere con l’Italia . L’Italiano “dagli all’Untore” di salviniana ispirazione è diventato “dagli all’Italiano Untore”. E’ quasi una barzelletta.

Se non fosse una cosa serissima naturalmente. Il gridare “al lupo! al lupo!” fa malissimo, soprattutto quando il lupo sei tu. Ora immaginatevi uno scenario catastrofico: i nostri uomini d’affari non possono più uscire dall’Italia finché coronavirus allarme non sia finito; i nostri treni non posso più passare le frontiere; le nostre navi vengono messe in quarantena, le regioni del Sud Italia chiudono le porte a quelle del Nord Italia; gli imprenditori italiani che fanno affari in Africa vengano bloccati per precauzioni sanitarie degli stati dove hanno investito. Ecco, avrete un quadro del mondo salviniano che tanto vi ha ispirato, ma a rovescio nel quale, cioè, le vittime sarete voi.

E se nemmeno questo vi fa rinsavire, davvero non sappiamo che farci…

 

(24 febbraio 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 




Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi