Home / Copertina / Polis Aperta, conclusi due giorni di incontro con i soci per decidere nuove strategie e ricordare Angelo Casamassa

Polis Aperta, conclusi due giorni di incontro con i soci per decidere nuove strategie e ricordare Angelo Casamassa

di Redazione #LGBTI twitter@gaiaitaliacom #PolisAperta

 

Si è svolta lo scorso week end la seconda assemblea annuale dei soci di Poli Aperta. Durante il meeting nella sede di CasArcobaleno di Torino è stato lanciato il nuovo sito dell’Associazione (www.polisaperta.eu). Ospite d’onore il presidente dell’Egpa, European glbt police association, Alain Parmentier che ha presenziato sia all’assemblea di sabato 5 sia all’omaggio che soci, parenti e amici hanno voluto fare all’agente di Polizia Locale di Nichelino, Angelo Casamassa.

Durante l’assemblea Il presidente di Egpa ha portato i saluti di tutte le associazioni europee partners  di Polis Aperta e ha ribadito l’importanza ed il valore per le persone in cerca di supporto. Missione da sempre nel Dna di Polis Aperta che da anni lancia campagne informative on line, attraverso i social network e creando occasioni di contatto con la società. A questo proposito il Consiglio Direttivo ha presentato un nuovo progetto teso a contrastare le discriminazioni realizzato grazie al qualificato supporto dell’avvocato penalista Matteo Mammini.

Il piano d’azione per rendere la battaglia contro i pregiudizi sempre più incisiva è stato il protagonista del dibattito fra i soci. Segno evidente che l’ideale alla base dell’associazione, costituire un ponte fra la comunità Lgbti e il cuore dello Stato, cioè forze di polizia e forze armate, è sempre più un’esigenza irrinunciabile per il progresso della società. Chi indossa la divisa ha scelto di mettersi al servizio di tutti i cittadini comprese le minoranze. Polis Aperta lavora ed esiste perché il ruolo protettivo delle forze di polizia, non venga mai meno. Oggi e domani, come ieri, l’azione di Polis non si ferma, grazie a campagne informative, dibattiti pubblici e attività di formazione dirette agli agenti che ogni giorno su strada si confrontano con tutta la società, l’obbiettivo è abbattere il muro del pregiudizio. È evidente infatti che solo mostrandoci per come siamo, mettendoci a servizio di tutta la società potremo diventare il cambiamento che vorremmo vedere realizzato nel nostro Paese.

 

 

(8 ottobre 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 


 

 

 





 

 

 




Comments

comments

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi