Home / Copertina / Registrazioni matrimoni egualitari annullate: i giudici sbugiardano Alfano e i suoi prefetti

Registrazioni matrimoni egualitari annullate: i giudici sbugiardano Alfano e i suoi prefetti

foto: Justin Sullivan/Getty Images

foto: Justin Sullivan/Getty Images

di Paolo M. Minciotti

 

 

 

 

 

 

Ricorderanno i nostri lettori la storia delle registrazione dei matrimoni egualitari celebrati all’estero che l’allora Sindaco di Milano Pisapia ed il Sindaco di Udine, avevano deciso di trascrivere e che poi, grazie all’interessamento del Ministro Alfano che aveva allertato i Prefetti, avevano visto le trascrizioni annullate con un atto che a gran parte della giurisprudenza era parso, a ragione, illegittimo. Era il 2014 e l’arrogante destra del 2% faceva sentire la sua voce tonante [sic] facendo quello che da sempre sa fare: togliere diritti e proibire.

 

Ebbene il ministro Alfano il 1 dicembre scorso è stato sbugiardato ancora una volta dai giudici, anzi, dal Consiglio di Stato che ha dichiarato illegittime le cancellazioni perché “solo il Consiglio dei ministri, e non anche il prefetto, può esaminare la legittimità degli atti emessi dai sindaci quali ufficiali di stato civile e disporne l’annullamento, se essi risultato illegittimi”. Giustizia è quindi stata fatta dai giudici della terza sezione del Consiglio di Stato. Le due sentenze riguardano i comuni di Milano e Udine, ma riguardano sopratttutto l’incompetenza dei prefetti che hanno messo in atto le cancellazioni ubbidendo alla disposizione di Angelino Alfano senza preoccuparsi della legittimità del loro atto.

 

 

 

(2 dicembre 2016)

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2016 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi