24.1 C
Roma
20.6 C
Milano
Pubblicità
Pubblicità
Torino
pioggia leggera
14.9 ° C
16.5 °
14.3 °
90 %
3kmh
86 %
Sab
17 °
Dom
19 °
Lun
20 °
Mar
22 °
Mer
27 °

POLITICA

Pubblicità

ALTRA POLITICA

Pubblicità

ESTERI

Pubblicità
HomeCopertinaEsteriMessico, la Corte Suprema: gli insulti omofobi non rientrano nella libertà di...

Messico, la Corte Suprema: gli insulti omofobi non rientrano nella libertà di espressione

Pubblicità
GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Mexico Gaydi Paolo M. Minciotti

Cominciano ad accorgersene in molti: chiamare la gente “frocio di merda”, ad esempio, non rientra nella libertà di espressione, ma è un insulto alla dignità delle persone. Secondo la Corte Suprema del Messico sono da ritenersi manifestazioni, “offensive, discriminatorie” e addirittura “impertinenti”, che non devono essere tollerati.

La sentenza arriva dopo che un giornale messicano non casualmente chiamato “intolerancia” aveva definito un imprenditore gay “frocio” e “succhiacazzi” in un editoriale firmato da un suo giornalista (sic!). La denuncia dell’imprenditore ha portato alla sentenza, definita non a caso storica, in uno dei paesi più machisti di tutte le Americhe.

La Corte Suprema ha stabilito che lottare contro i pregiudizi e gli stereotipi contribuisce a “a migliorare la società”.

 

Roma
cielo sereno
24.1 ° C
26.2 °
21.9 °
47 %
1.5kmh
0 %
Sab
28 °
Dom
28 °
Lun
31 °
Mar
35 °
Mer
36 °
Pubblicità

LEGGI ANCHE