Pubblicità
15.9 C
Roma
10 C
Milano
Pubblicità
PubblicitàBritish School Banner 2023

POLITICA

PubblicitàLancio Master 2023 Limited Edition

ESTERI

Pubblicità
Pubblicità
HomeCopertinaSe Zaia parla di "top buyers" cade il governo o è contro...

Se Zaia parla di “top buyers” cade il governo o è contro Rampelli? Chiediamo per sapere….

di Pa.M.M.

Non aveva nemmeno fatto in tempo a uscirsene con la sua idea meravigliosa del Forestierismo, Capitan Rampelli, che non solo è stato investito da tutte le critiche possibili e dal silenzio raggelante della premier Meloni, ma molto al di là delle loro intenzioni moltissimi si sono apertamente schierati contro l’adozione di un simile provvedimento che non è nemmeno autarchico, è solo un po’ assurdo.

Così che persino il presidente del veneto Zaia, travolto da se stesso mentre ricordava che tra le nazioni che esportano più vino dopo la Francia al primo posto, l’Italia al secondo, la Spagna al terzo, c’è il Veneto al quarto (nazione? Veneto?) rendendo chiaro forse per la prima volta con abbacinante chiarezza che per lui Veneto e Italia sono due cose separate, si è espresso parlando di top buyers riferendosi ai grandi acquirenti di vini che rendono grande l’Italia (e quindi anche il Veneto, non viceversa).

Così che, politicamente parlando, ci si chiede su quale capo cadrà la mannaia del multone che il progetto di legge sponsorizzato da Capitan Rampelli delle battaglie di una vita propone (da cinquemila a centomila bigliettoni) – non sarà ancora l’inutile testa del contribuente, vero=, a sopportare l’ennesimo fardello. Ci si chiede poi se, continuando sulla strada dell’utilizzo anche da sedi istituzionali – primo obbiettivo della moralizzatrice legge anti-forestierismi – di incomprensibili vocaboli anglosassoni, incomprensibili persino da chi parla male l’Italiano figurarsi come si sentirà chi non pronunzia una parola della lingua di Shakespeare, verranno presi provvedimenti; ci si chiede anche se sull’utilizzo di un anglicismo qualsiasi possa cadere il governo (preciso che qui nessuno spinge affinché cada il governo, cadrà da solo quando la spinta delle sue panzane elettorali si esaurirà e non rimarranno che macerie. Non manca nemmeno molto)….

 

(7 aprile 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 



LEGGI ANCHE