Quote latte: la propaganda elettorale della Lega e ventisei anni dopo, ci sono ancora multe da pagare per due miliardi di euro

Leggi di più

Bologna, dodici misure cautelari tra appartenenti al Collettivo Universitario Autonomo e Laboratorio Cybilla

di Redazione Bologna Questa mattina la DIGOS della Questura di Bologna ha eseguito su disposizione della locale Procura della Repubblica, nella persona del Procuratore Capo dott. Giuseppe Amato e del dott. Antonio Gustapane, titolare delle indagini, 12 misure cautelari, emesse dal G.I.P. del Tribunale di Bologna, dott. Claudio Paris, a carico di altrettanti appartenenti del Collettivo […]

Volpi e Garozzo consegnano il fioretto alla Città di Torino

di Redazione Torino Il Grand Prix FIE TROFEO INALPI incorona Torino capitale mondiale del fioretto nell’ambito della prima prova del calendario GRAND PRIX SERIE 2023 di fioretto maschile e femminile in programma al Pala Alpitour dal 10 al 12 febbraio, Alice Volpi e Daniele Garozzo consegneranno il fioretto al sindaco Stefano Lo Russo e all’assessore allo Sport e […]

Tragedia sul lavoro nel cantiere del Terzo Valico a Voltaggio: muore un 33enne

di Redazione Alessandria Tragedia nel cantiere del Terzo Valico a Voltaggio, nell’Alessandrino attorno all’una di notte del 7 febbraio. Uno scoppio, dovuto probabilmente a una fuga di gas, e la fiammata che ne è seguita, ha provocato la morte di un operaio e il ferimento di un altro operaio. La vittima è un uomo di 33 anni, calabrese, in […]

Il Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano è il primo in Europa con doppia certificazione FSC e PEFC per la gestione forestale sostenibile e i servizi...

di Redazione Bologna In Italia i boschi arrivano a coprire il 37% del territorio: un grande valore che deve però essere gestito in maniera opportuna[1]. È infatti necessario tutelare il patrimonio forestale e arboreo italiano a 360 gradi, tenendo conto dei suoi “servizi ecosistemici”, ovvero i benefici multipli forniti dagli ecosistemi al pianeta e al genere […]

CONDIVIDI

di Massimo Mastruzzo*

Scellerate scelte politiche del passato, puramente propagandistiche, intrise di malapolitica, di disattenzioni, di superficialità, hanno messo in crisi un comparto, quello lattiero-caseario. Ancora oggi a rischio, secondo Copagri, la sopravvivenza di circa 700 aziende solo in Lombardia.

A 26 anni dalle prime manifestazioni ci sono ancora oltre 2 miliardi di euro di sanzioni da pagare.

LA VICENDA

Ogni anno, dal 1995 al 2009, l’Italia ha superato la quota nazionale di produzione di latte e lo Stato si è sostituito agli allevatori responsabili dello sforamento versando alla Commissione gli importi delle multe dovuti per il periodo in questione, pari a 2,3 miliardi. Ma l’accordo con Bruxelles prevedeva anche che le somme fossero restituite alle casse dell’erario dagli allevatori responsabili. Sulle quote latte però sono state fatte speculazioni, compravendite, nascita di finte aziende e tanto altro. A rimetterci oltre agli allevatori onesti, ogni singolo cittadino dal nord a sud dell’Italia visto che lo Stato ha già pagato 4,5 miliardi di euro.

Una pesante eredità che arriva dal passato e che ha forti responsabilità nelle scelte fatte in particolare dalla Lega e dalla destra a quel tempo al governo con decisioni che hanno danneggiato migliaia di allevatori onesti e tutti i cittadini, con proroghe nazionali e mancate riscossioni, fino a giungere nel 2009, e con l’allora Luca Zaia ministro dell’agricoltura, che vietò ad Equitalia di procedere con le cartelle di riscossione per i multati. Così che nel 2023 ci ritroviamo con i trattori in piazza a Milano come 26 anni fa, con la questione delle quote latte mai risolta e oltre 2 miliardi di euro di sanzioni da pagare.

 

*Direttivo nazionale MET
Movimento Equità Territoriale

 

(18 gennaio 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservato, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 

 

 



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: