25.4 C
Roma
lunedì, Settembre 27, 2021

Tutti in piazza!!! (…ma NON contro il sollevamento del divieto di licenziare, ad esempio)

di Daniele Santi, #politica

Ci sarebbe una certa soddisfazione nel vedere le piazze piene se non ci fossero due questioni alla base che le rendono impopolari. La prima: sono piazze governate da neofascisti e il popolino ci casca, come c’è sempre cascato. Due: se la prendono, quelle piazze, con cose pregnanti come la mancanza di libertà [sic] – è infatti tipico dei regimi totalitari permettere manifestazioni libere con fumogeni ed insulti al governo e alla polizia – dimenticandosi di cose di nessunissima importanza come il diritto di licenziare dei datori di lavoro, questione liquidate con quattro volgarità via post sui social e già superata dalla dittatura del Green Pass.

Una mandria di poveracci incolti che fanno più vittime del fascismo strisciante che riesce a farli sentire importanti organizzandosi per farli gridare tutti insieme, nello stesso giorno, contro un obbiettivo che non è nemmeno un obbiettivo, ma l’ennesima fascistissima presa per il culo nella quale, di nuovo, cadono.

Sono ancora più pericolosi, questi ciechi e sordi (purtroppo non muti) fasciodiretti, di coloro che li organizzano a loro insaputa illudendoli di esseri liberi perché gridano libertà mentre si stanno prestando alla costruzione di una nuova dittatura. Questa volta, vera.

 

(25 luglio 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 



POTREBBERO INTERESSARTI

4,637FansMi piace
2,370FollowerSegui
119IscrittiIscriviti
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: