22.9 C
Roma
lunedì, Agosto 2, 2021

L’Equità Territoriale ultima chance per l’Italia di onorare la propria Costituzione

di Massimo Mastruzzo*, #Politica

La petizione, per il rispetto dei criteri indicati dall’Unione europea, nella ripartizione delle risorse del Recovery Fund, presentata alla Commissione di Bruxelles, ha ottenuto il sostegno dei coordinatori del gruppo dei Popolari e di quello dei Socialisti (i due più grandi nel parlamento europeo). La petizione firmata da migliaia di italiani, ha come primo firmatario il sindaco di Acquaviva delle Fonti, Davide Carlucci, per conto di più di 500 sindaci meridionali del movimento Recovery Sud.

A presentare la petizione, l’europarlamentare Piernicola Pedicini, a nome dell’Osservatorio per il Sud e del Movimento 24 Agosto per l’Equità Territoriale, di cui fa parte.

Dopo che anche la Corte dei conti si è pronunciata sulle ingiustizie che subisce il sud Italia a causa dell’iniquità della ripartizione della spesa sanitaria e della spesa in conto capitale;
Dopo aver denunciato la mancata applicazione dei LEP, previsti per legge dal 2009, con un danno incalcolabile per il sud Italia.

Dopo aver sottolineato (urlato a squarciagola) che chi sta promuovendo l’autonomia differenza senza che prima vengano stabiliti definitivamente i LEP,  sta non solo cercando di fuggire con la refurtiva, ma di fatto sta legalizzando una sottrazione di diritti a discapito dei cittadini residenti nelle regioni più in difficoltà; dopo che le variabili dummy… no queste sono troppo indigeste da spiegare, fate una ricerca su internet e ingrossatevi da voi il fegato.
Dopo aver urlato al vento la disomogeneità territoriale italiana, anche la stampa nazionale si accorge che nel Pnrr c’è un bando da 700 milioni per asili nido disegnato per premiare i Comuni che hanno soldi in cassa.
Un diritto per i bambini che non può essere messo all’asta per assegnarlo a chi paga di più. Vergognatevi.

 

Così in Piazza Montecitorio, il 21 luglio, si terrà una manifestazione voluta dal Movimento 24 Agosto – Equità Territoriale e dalla rete dei sindaci Recovery Sud, dai senatori Saverio de Bonis e Gregorio de Falco e da Liberi Agricoltori (Calabria, Campania, Basilicata, Sicilia, Sardegna, Puglia), con la partecipazione dei comitati  per il ritiro dell’autonomia differenziata, per cambiare il PNRR e rendere l’Italia equa e migliore, e contro la manipolazione della Politica Agricola Comune (PAC).

*Direttivo nazionale M24A-ET Movimento per l’Equità Territoriale

 

(18 luglio 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 

 



POTREBBERO INTERESSARTI

4,576FansMi piace
2,368FollowerSegui
119IscrittiIscriviti
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: