Pubblicità
11.5 C
Roma
10.4 C
Milano
Pubblicità
PubblicitàBritish School Banner 2023

POLITICA

PubblicitàLancio Master 2023 Limited Edition

ESTERI

Pubblicità
Pubblicità
HomeNotizieDiritti UmaniPolis Aperta condanna i gravissimi tentativi di intimidazione nei confronti dell’Abruzzo Pride...

Polis Aperta condanna i gravissimi tentativi di intimidazione nei confronti dell’Abruzzo Pride e delle Famiglie Arcobaleno a Chieti

GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Quanto successo a Chieti lo scorso 24 giugno, dove alcuni facinorosi hanno cercato ripetutamente di intimidire il corteo dell’Abruzzo Pride 2023, va condannato immediatamente da tutta la società civile, senza se e senza ma. Insulti, sputi e minacce da parte di un manipolo di ragazze e ragazzi che se la sono presa soprattutto con le Famiglie Arcobaleno “ree” di rivendicare il proprio diritto di esistere. I tentativi di infiltrarsi all’interno del corteo sono stati fortunatamente respinti dalle forze di polizia in servizio a tutela dei manifestanti e del diritto di cittadine e cittadini di manifestare sancito dalla Costituzione. Rimane lo sconcerto per gli insulti, la violenza verbale e le minacce alle famiglie, in piazza con i figli piccoli, tanto che per evitare eventuali escalation o rischiare aggressioni fisiche, la polizia ha scortato alcune di loro alle auto a fine manifestazione. Un brutto episodio, evidentemente, figlio del clima d’odio che alcune forze politiche cavalcano cercando di creare divisioni insanabili tra la popolazione invece di promuovere la convivenza civile e democratica. Polis Aperta, in quanto associazione di appartenenti a Forze di Polizia e Forze Armate, che hanno giurato di difendere la Carta Costituzionale e i suoi valori, sarà sempre al fianco di tutte le forze inclusive e pluralistiche della società che promuovono l’ordinamento democratico e la crescita della coscienza civile del Paese.

 

 

(29 giugno 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


LEGGI ANCHE