Home / Coherentia et honestate / Guarda un po’ due russi trattarono con Savoini (accussì ppare) e hanno addirittura due nomi e cognomi

Guarda un po’ due russi trattarono con Savoini (accussì ppare) e hanno addirittura due nomi e cognomi

di Daniele Santi #Primairubli twitter@gaiaitaliacom #maiconsalvini

 

La favoletta dei rubli russi presunti, quella rispetto alla quale Savoini si avvalse della facoltà di non rispondereSalvini disse che volevano ucciderlo, per via dei famosi depistaggi di massa; quella faccenduola che vede Savoini seduto allo stesso tavolo di Salvini, ma Salvini non sa perché sia lì anche se l’invito è partito dalla sua segreteria; quella questione da due rubli, scusate, soldi sulla quale Salvini si è sempre rifiutato di riferire in parlamento. Ecco, su quella faccenda lì c’è una novità.

Da quel sito lontano noto come BuzzFeed escono due nomi e cognomi: Andrey Yuryevich Kharchenko e di Ilya Andreevich Yakunin personaggi assai vicini, scrive Il Giornale, ad Alexandr Dugin, il teorico della “Quarta teoria politica” e a Vladimir Pligin del partito Russia Unita a sua volta vicinissimo al presidente della Federazione Russa Vladimir Putin le cui disgrazie sono sempre più disgrazie, partito con il quale Salvini ha firmato un accordo di collaborazione. Naturalmente il fatto che ci siano due nomi in più non significa nulla e non dice nulla sulla colpevolezza eventuale di Savoini né su quella di Salvini. In Italia, a parte per i partiti forcaioli che sui presunti colpevoli costruiscono propagande come la Lega, Fratelli d ‘Italia e il M5S, vige la presunzione d’innocenza e quella rispettiamo.

Vero è che due nomi in più, due rivelazioni in più, indicano due strade nuove da seguire, E non è detto che la magistratura non vada a mettere il naso anche lì. Succede infatti che non è solo BuzzFeed a fare i nomi ma anche l’altro sito americano Bellingcat e il russo, sì russo, Insider. Lo scrive Askanews. LI vedete nella foto in basso.

 

Ilya Yakunin (a sx) e Andrey Kharchenko [Fonte: Bellingcat] da Next Quotidiano

 

 

Potrebbe esserci anche dell’altro. Per ora fermiamoci qui. Che c’è già molto da riflettere sul chi vota cosa e chi e cosa ci sta dietro. E vale per tutti.

 

(03 settembre 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 


 




Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi