Home / Copertina / Depenalizzazione del reato di stalking, le donne non ci stanno

Depenalizzazione del reato di stalking, le donne non ci stanno

di Gaiaitalia.com

 

 

 

“Non sono ammissibili “sviste” sulla pelle delle donne! Gli strumenti di giustizia riparativa, come chiarisce la direttiva 2012/29/UE, richiedono garanzie volte ad evitare la vittimizzazione secondaria e ripetuta, l’intimidazione e le ritorsioni. La formulazione dell’art. 162 ter c.p. introdotto dalla recente riforma del sistema penale e che prevede l’estinzione del reato in presenza di condotte riparatorie dell’imputato, applicabile a tutti i delitti procedibili a querela di parte, compreso quindi lo stalking e le lesioni con prognosi inferiori a venti giorni, ignora gli interessi e le esigenze delle donne che subiscono atti persecutori e altre forme di violenza procedibili a querela. Secondo la direttiva sui diritti delle vittime del reato 2012/29/UE, ogni forma di riparazione del danno deve essere definita a partire dagli interessi e dalle esigenze della vittima e deve tenere conto di fattori come la natura e la gravità del reato, il livello del trauma causato, la violazione ripetuta dell’integrità fisica, sessuale o psicologica, gli squilibri di potere. Sin dalla sentenza Opuz c. Turchia del 2009 la Corte europea dei diritti umani ha chiarito che l’estinzione di reati che integrano violenza di genere attraverso pagamento di somme di denaro alimenta la percezione di impunità ed espone le donne ad ulteriori e più gravi violenze. Siamo certe che le parlamentari tutte e il Ministro della Giustizia si impegneranno per porre tempestivamente rimedio al vuoto di tutela dei diritti delle donne che deriva dall’attuale formulazione dell’art. 162 ter c.p.”.

Così un comunicato stampa dell’associazione Differenza Donna, assolutamente condivisibile, giunto in redazione e che pubblichiamo integralmente.

 

 

(4 luglio 2017)





 

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



 

 

Comments

comments

Server dedicato
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi