Marocco, gli Islamisti di “Giustizia e Sviluppo” vincono le elezioni regionali

Leggi di più

Bologna, dodici misure cautelari tra appartenenti al Collettivo Universitario Autonomo e Laboratorio Cybilla

di Redazione Bologna Questa mattina la DIGOS della Questura di Bologna ha eseguito su disposizione della locale Procura della Repubblica, nella persona del Procuratore Capo dott. Giuseppe Amato e del dott. Antonio Gustapane, titolare delle indagini, 12 misure cautelari, emesse dal G.I.P. del Tribunale di Bologna, dott. Claudio Paris, a carico di altrettanti appartenenti del Collettivo […]

Volpi e Garozzo consegnano il fioretto alla Città di Torino

di Redazione Torino Il Grand Prix FIE TROFEO INALPI incorona Torino capitale mondiale del fioretto nell’ambito della prima prova del calendario GRAND PRIX SERIE 2023 di fioretto maschile e femminile in programma al Pala Alpitour dal 10 al 12 febbraio, Alice Volpi e Daniele Garozzo consegneranno il fioretto al sindaco Stefano Lo Russo e all’assessore allo Sport e […]

Tragedia sul lavoro nel cantiere del Terzo Valico a Voltaggio: muore un 33enne

di Redazione Alessandria Tragedia nel cantiere del Terzo Valico a Voltaggio, nell’Alessandrino attorno all’una di notte del 7 febbraio. Uno scoppio, dovuto probabilmente a una fuga di gas, e la fiammata che ne è seguita, ha provocato la morte di un operaio e il ferimento di un altro operaio. La vittima è un uomo di 33 anni, calabrese, in […]

Il Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano è il primo in Europa con doppia certificazione FSC e PEFC per la gestione forestale sostenibile e i servizi...

di Redazione Bologna In Italia i boschi arrivano a coprire il 37% del territorio: un grande valore che deve però essere gestito in maniera opportuna[1]. È infatti necessario tutelare il patrimonio forestale e arboreo italiano a 360 gradi, tenendo conto dei suoi “servizi ecosistemici”, ovvero i benefici multipli forniti dagli ecosistemi al pianeta e al genere […]

CONDIVIDI

Marocco Seggi Elettorali 2015di Ahmed Naouali

 

 

 

Il partito islamista del Primo Ministro Abdelilah Benkirane, Justice et Développement (PJD) – Giustizia e Sviluppo [sic] – ha vinto le elezioni regionali che si sono tenute in Marocco los corso venerdì 4 settembre aggiudicando 174 dei 678 seggi disponibili e riportando un considerevole successo anche alle comunali, dove è ora il terzo partito del Marocco.

 

Alle prime elezioni regionali a suffragio universale della storia marocchina, il partito dell’attuale primo ministro, ferocemente conservatore a discapito del nome della formazione politica che presume di modernità e, per l’appunto, sviluppo, ha vinto in cinque regioni su 12, aggiudicandosi le più popolose: Casablanca, Rabat e Fèz.

 

All’opposizione di Authenticité et modernité (PAM, partito liberale attualmente all’opposizione) sono andati 132 seggi ed il 19,4% dei voit, contro il 25,6% degli Islamisti. Proprio ai sostenitori del governo dell’Islamista Abdelilah Benkirane si devono i rigurgiti intolleranti che hanno caratterizzato alcuni recenti episodi di cronaca che hanno fatto il giro del mondo: dal processo alle due ragazze con la gonna troppo corta, finito poi con l’assoluzione delle due giovani, all’attacco “antigay” ad un uomo che non era gay che è stato massacrato di botte.

 

L’affluenza alle urne è stata del 56,3%.

 

 

 

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: