28.9 C
Roma
domenica, Settembre 26, 2021

Marocco, gli Islamisti di “Giustizia e Sviluppo” vincono le elezioni regionali

Marocco Seggi Elettorali 2015di Ahmed Naouali

 

 

 

Il partito islamista del Primo Ministro Abdelilah Benkirane, Justice et Développement (PJD) – Giustizia e Sviluppo [sic] – ha vinto le elezioni regionali che si sono tenute in Marocco los corso venerdì 4 settembre aggiudicando 174 dei 678 seggi disponibili e riportando un considerevole successo anche alle comunali, dove è ora il terzo partito del Marocco.

 

Alle prime elezioni regionali a suffragio universale della storia marocchina, il partito dell’attuale primo ministro, ferocemente conservatore a discapito del nome della formazione politica che presume di modernità e, per l’appunto, sviluppo, ha vinto in cinque regioni su 12, aggiudicandosi le più popolose: Casablanca, Rabat e Fèz.

 

All’opposizione di Authenticité et modernité (PAM, partito liberale attualmente all’opposizione) sono andati 132 seggi ed il 19,4% dei voit, contro il 25,6% degli Islamisti. Proprio ai sostenitori del governo dell’Islamista Abdelilah Benkirane si devono i rigurgiti intolleranti che hanno caratterizzato alcuni recenti episodi di cronaca che hanno fatto il giro del mondo: dal processo alle due ragazze con la gonna troppo corta, finito poi con l’assoluzione delle due giovani, all’attacco “antigay” ad un uomo che non era gay che è stato massacrato di botte.

 

L’affluenza alle urne è stata del 56,3%.

 

 

 

 

 

 

POTREBBERO INTERESSARTI

4,637FansMi piace
2,370FollowerSegui
119IscrittiIscriviti
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: