Home / Copertina / Zingaretti potrebbe dire a Crimi di dire a Conte se può informare l’INPS che non si cambiano le carte in tavola tutti i giorni?

Zingaretti potrebbe dire a Crimi di dire a Conte se può informare l’INPS che non si cambiano le carte in tavola tutti i giorni?

di Daniele Santi #PD twitter@gaiaitaliacom #Politica

 

Vorremmo chiedere al Segretario Zingaretti – lo abbiamo visto in ottima forma, in televisione da Fabio Fazio e ci fa piacere – a maggior ragione dopo averlo visto manifestare nuove energie e parlare di nuovi programmi e di nuove voglie di fare, empaticamente coinvolto, con voglia rinnovata di elaborare strategie e magari di metterle pure in pratica, di parlare con la maggioranza di cui fa parte.

Converrà il Segretario Zingaretti che questa storia dell’INPS e dei 600 € è una roba che fa schifo:  tutti i giorni cambia qualcosa, non si capisce chi li riceverà e chi no, ciò che dite voi governanti in televisione è altra cosa da ciò che poi si legge nei decreti e si ha l’impressione che il burocrate che regge la burocrazia stia in realtà reggendo il moccolo e facendo poc’altro, perché a tutt’oggi non si sa ancora chi riceverà quei 600 € e chi no e si ha davvero l’impressione che abbiate, una volta di più, ciurlato nel manico

Volevo avvisarla, Segretario Zingaretti, che questo paese non ne può più e che se anche questa misura miserrima si trasformerà per questioni meramente burocratiche nell’ennesima presa per i fondelli – avremmo voluto scrivere presa per il culo ma abbiamo lettrici sensibili e quindi non lo scriveremo – questo paese pagherà un prezzo altissimo.

Si figuri se proprio a Lei andiamo ad imputare qualcosa rispetto all’epidemia di Coronavirus, a Lei che ha vissuto l’esperienza in prima persona – e mi creda, lo scrivo col massimo rispetto. Ma questo paese, per una volta, deve dimostrare coi fatti di essere dalla parte dei suoi cittadini e non di essere quella matrigna un po’ troia e un po’ cagna che l’Italia è stata per gli italiani negli ultimi venticinque anni. Lei venticinque anni fa in politica c’era già e non dobbiamo spiegarle niente. Così senza pretendere di sostituirci a Lei, ci limitiamo ad un paio di suggerimenti, così per partire da qualcosa.

Dica per favore a Crimi di dire a Conte di informare l’INPS che non è possibile cambiare le carte in tavola tutti i giorni perché questo porterà la gente ad incazzarsi bestialmente dopo due mesi di lockdown che l’hanno già fatta incazzare bestialmente; dica per favore ai suoi sodali di Governo che non si dice una cosa oggi per cambiarla domani e scriverla diversamente ieri notte per poi renderla nota dopo tre giorni con altri cambiamenti, perché suona come una carnevalata e la gente a tavola, non so Lei, non ci mette stelle filanti. Poi se conta più la televisione che la verità allora ditecelo perché quello è un mestiere che fa meglio Salvini.

Se poi foste alla ricerca di un altro ventennio ce lo faccia sapere, Segretario Zingaretti, così invece di aspettare un anno prima di tornarcene all’estero ce ne partiamo in tempi più brevi, perché lavorare e sopravvivere grazie al proprio lavoro in questo paese diventa sempre più difficile e persino in tempi di epidemia, di lockdown, di mancanza mondiale di lavoro riuscite a non farci capire un accidente di quello che farete.

I casi sono due: o ci credete tutti scemi, e vi sbagliate, o non avete idea di ciò che potrebbe succedere nel caso non cogliate questa occasione per un cambiamento profondo dell’Italia tutta che deve essere guidato da una politica di giganti nella quale, mi permetta, per i lillipuziani alla Di Maio non può esserci spazio. E nemmeno per questo Partito Democratico ondivago come le sue correnti interne. Poi veda Lei.

 

(10 aprile 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 




Share and Enjoy !

0Shares
0 0
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi