29.8 C
Roma
27.5 C
Milano
Pubblicità
Pubblicità
Torino
poche nuvole
23.1 ° C
23.7 °
20.7 °
56 %
2.1kmh
20 %
Lun
22 °
Mar
21 °
Mer
24 °
Gio
23 °
Ven
23 °

POLITICA

Pubblicità

ALTRA POLITICA

Pubblicità

ESTERI

Pubblicità
HomeCoherentia et honestateAl grido di "Prima gli Umbri!" nominato assessore alla Regione Umbria, Luca...

Al grido di “Prima gli Umbri!” nominato assessore alla Regione Umbria, Luca Coletto (che è veneto) già condannato per frasi razziste

Pubblicità
GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Giancarlo Grassi #Politica twitter@gaiaitaliacom #Perugia

 

L’oligarchia dei leghisti veneti al potere, figliocci di Galan e dell’ex-vice Zaia ora Potentissimo Neo Doge del Veneto Tutto – e nemico giurato di Salvini – si impossessa dell’Umbria dove la Lega ha vinto le elezioni al grido di “Prima gli Umbri” ed impongono gli assessori veneti che di Umbria ne sanno tantissimo, perché loro sono come Berlusconi, sanno tantissimo di tuttissimo.

Luca Coletto, già sottosegretario alla Sanita del Governo Conte 1, già assessore di Luca Zaia in Veneto dal 2010 al 2018, già protagonista del ricorso della Lega contro la Legge Lorenzin sui vaccini obbligatori, ricorso perso con sbugiardamento scientifico al seguito.

Luca Coletto è geometra ed è per questo ferratissimo in Sanità, ed è per questo nominato assessore regionale alla Sanità alla Regione Umbria, perché in Lega tutti sanno tuttissimo di ogni argomentissimo soprattutto se c’è una poltronissima a tiro.

C’è un altro insignificante neo nella straordinaria carriera politica del geometra veneto che va ad occuparsi di Sanità in Umbria al grido di “Prima gli Umbri!” ed è una condanna per razzismo che l’esponente PD Tommaso Bori ricorda dalla sua pagina Facebook.

 


La condanna risale al 2001, poi Coletto è stato riabilitato e rimesso in condizioni di esercitare le sue funzioni. Scrive Fanpage.it che la condanna di Coletto era seguita alla diffusione di volantini nei quali si chiedeva di sgomberare un campo rom abusivo, che riportavano frasi come “Firma anche tu per cacciare i sinti”. Coletto minimizza e si rimette alla Presidente del “Prima gli Umbri” che nomina in Umbria un assessore veneto, e dice che “Non c’è nulla di che preoccuparsi, da quell’episodio sono passati tanti anni e non è mai successo nulla”.

Ed è proprio quello il punto. In questo paese si grida tanto sul niente, ma sulle cose serie non succede mai nulla. Ha proprio ragione Coletto.

 

 

(3 dicembre 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 





 

 

 

 

 

 




Roma
cielo sereno
29.8 ° C
34.1 °
25.8 °
42 %
4.1kmh
0 %
Lun
30 °
Mar
33 °
Mer
35 °
Gio
37 °
Ven
36 °
Pubblicità

LEGGI ANCHE