34.1 C
Roma
32.5 C
Milano
Pubblicità
Pubblicità
Torino
poche nuvole
28.1 ° C
29.1 °
26.8 °
54 %
3.1kmh
20 %
Mar
28 °
Mer
26 °
Gio
27 °
Ven
28 °
Sab
28 °

POLITICA

Pubblicità

ALTRA POLITICA

Pubblicità

ESTERI

Pubblicità
HomeNotizieInteressa?Il giochino della Presidenza delle Camere si è già rotto, o della...

Il giochino della Presidenza delle Camere si è già rotto, o della polpetta avvelenata di Berlusconi

Pubblicità
GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Giovanna Di Rosa #camere twitter@gaiaitaliacom #politica

 

 

La polpetta avvelenata di Berlusconi chiamata Paolo Romani alla presidenza del Senato in cambio del presidente del Friuli Venezia Giulia alla Lega, ha già mandato in crisi il delicato apparato propagandistico del M5S e Luigi Di Maio già non sa che pesci prendere. La questione del no grillino a Romani sarebbe legata ad una condanna di Paolo Romani di qualche anno fa, mentre in casa 5Stelle Sindaci indagati per omicidio colposo vivacchiano senza colpo ferire, e ad un risveglio del leaderino pentastellato alla necessità di figure istituzionali di alto profilo, che magari usino anche i gerundi, avendo Rosato del PD dichiarato che senza presidenze preconfezionate e sulla base di un dialogo che azzeri tutto si può anche parlare.

Male ha fatto Rosato ad aprire le danze delle possibili consultazioni col PD – a Rosato non è bastata la sua pessima legge elettorale – e malissimo ha fatto a Di Maio la polpetta di Berlusconi che conteneva veleno a rilascio lento iniziando con il nome di Paolo Romano per arrivare all’endorsement ed al sostegno al M5S che manda fuori di testa gli integralisti della Sacra Setta grillina e fa saltare l’incontro al vertice tra pentadementi, previsto per le 13 di oggi e non ancora avvenuto.

E mentre la legislatura prenderà il via domani mattina alle 11, saremo in diretta streaming per voi, ancora non si sa nulla. O almeno si sa ciò che era facile immaginare, ipotizzare, prevedere, vaticinare: non sanno che pesci prendere. Da un lato il M5S che reclama di essere il primo partito (con ragione) dall’altra Salvini che reclama di guidare la prima coalizione (e non si sbaglia). Purtroppo per loro e per l’Italia i giochi continua a guidarli Berlusconi che fa e disfa a suo piacimento. Programmi, nomi, direzioni di marcia? Nulla che non sia improvvisazione. Niente di nuovo sotto il sole.

 




(22 marzo 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

Roma
cielo sereno
34.1 ° C
36.9 °
31.8 °
44 %
5.7kmh
0 %
Mar
33 °
Mer
37 °
Gio
36 °
Ven
37 °
Sab
36 °
Pubblicità

LEGGI ANCHE