Pubblicità
8.3 C
Roma
6.3 C
Milano
Pubblicità
PubblicitàBritish School Banner 2023

POLITICA

PubblicitàLancio Master 2023 Limited Edition

ESTERI

Pubblicità
Pubblicità
HomeNotizieCome se fosse una cosa seriaUltime dal M5S: Sindaco di Bagheria indagato, Cancelleri sbugiardato, e a fare...

Ultime dal M5S: Sindaco di Bagheria indagato, Cancelleri sbugiardato, e a fare schifo sono i giornalisti…

di Daniele Santi, twitter@gaiaitaliacom

 

 

Devo essermi perso qualcosa perché ci sono accadimenti che non mi sono chiari. Cercherò di metterli in fila: Luigi Di Maio è candidato premier del M5S nonostante sia indagato, nuova giravolta verbal-statutaria a suo favore. Per farlo apparire un gigante viene circondato da lillipuziani politici dai curricula esilaranti; i giudici dicono no alle “regionarie” a 5Stelle, danno ragioni al ricorrente Giulivi, indalidano i risultato e quindi la candidatura di Cancelleri uscita da quelle “regionarie” ora senza alcun valore legale, ma loro, i favolosi 5Stelle al di sopra di ogni legge e sentenza, vanno avanti; il Sindaco di Bagheria del M5S è indagato per una questione di rifiuti e la sua reazione è “giustizia ad orologeria”, proprio ciò che ha gridato Berlusconi per vent’anni prima di essere giudicato così colpevole da essere persino incandidabile per alcuni anni, mi sfugge chi era il capo della “casta” da “aprire come una scatoletta di tonno”; la sindaca di Roma, Virginia Raggi di Tutti i Disastri Capitolini, ha già iniziato la sua guerra contro Roberta Lombardi, recentemente candidatasi alla presidenza della Regione Lazio così che, ovviamente, non le rimane tempo per governare la città…

Considerando i grandi proclami e le pretese dei demenziali esponenti dell’isterismo a 5Stelle, presentatisi come gli alfieri del cambiamento, dell’onestà, della capacità; ricordando tutto quanto – spesso giusto e sacrosanto – Beppe Grillo e la sua banda di pressappochisti assetati di potere, poltrone e lauti stipendi hanno gridato per le piazze di tutta Italia arringando i coltivatori d’odio, discriminazione e neo-fascismi, senza poi mantenere nulla per incapacità e spirito dilettantesco, ci scontriamo ora con il leader e fondatore del fallimentare M5S (che continua ad affascinare un buon 25% di Italiani) che tutto ciò che riesce a fare è incolpare i giornalisti. Berlusconi faceva esattamente lo stesso.

Volete scommettere che mi sono addormentato per vent’anni e mi sono risvegliato per scoprire che Grillo e Berlusconi sono figli della stessa madre-malattia nota come “devo salvarmi le chiappe a tutti i costi”, per la quale l’unica cura è fare carriera in politica? Cioè, cosa mi sono perso?

 




 

(20 settembre 2017)

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



 

LEGGI ANCHE