Home / Copertina / Vogliono governare l’Italia e non sanno nemmeno scrivere

Vogliono governare l’Italia e non sanno nemmeno scrivere

foto Giorgio Cosulich/Getty Images

foto Giorgio Cosulich/Getty Images

di Il Capo

 

 

 

Vogliono governarci tutti a suon d’ignoranza, bufale e scie chimiche, ma non sanno nemmeno scrivere. Per tacere dei comunicati stampa che questo giornale riceve, pieni di ridondanze e d’elogi sperticati al Sindaco di turno, o alla meraviglia del giorno, come ad esempio la stupenda [sic] idea della dieta vegana dell’assessora torinese – vegana lei vegani tutti – o ancora la magnifica bugia della Sindaca Appendino, che non presenzia ad un evento perché febbricitante quando invece era impegnata con Grillo: la birbanteria infatile mescolata all’ingenuità del neofita. Disastri.

 

Siamo incappati qualche ora fa nel meraviglioso post del responsabile Scuola & Università del M5S, che è un trionfo di cattiva scrittura e di ignoranza della sintassi e della grammatica: alcune perle? Eccole: “Meno male che Renzi sia stato fischiato durante il dibattito…” o ancora “Da un lato sono contento (…) dall’altra sono triste…”, “…credo che se il Tg1 non abbia detto nemmeno una parola sull’accaduto”, vere perle che rendono credibili l’impegno al miglioramento, soprattutto qualitativo, del lavoro a 5Stelle per il progresso dell’Italia. Non è finita, ci sono una serie di altri post che vorremmo sottoporre alla vostra attenzione, perché alla bugia e all’ignoranza al Governo deve essere messo un freno, ma non si può. Basti la tiepidissima reazione della Sindaca di Roma al diluvio di insulti antisemiti seguiti alla presenza di Raggi alla Giornata Europea della Cultura Ebraica, commenti piovuti sulla pagina Facebook della Sindaca la quale non si è sprecata in condanne né nel chiamare l’antisemitismo con il nome di antisemitismo.

 


Altri regali? Non ce n’è bisogno: basterà aspettare il prossimo intervento televisivo di Alessandro Di Battista – noto universalmente il suo disprezzo per i congiuntivi – o di Luigi Di Maio (“Se ho bisogno della Sindaca Raggi la telefono”), per godere dell’impreparazione e delle ridicole dichiarazioni di esponenti e attivisti del M5S. L’ultima in ordine di tempo, forse la più bella, riguarda gli allagamenti a Roma che sarebbero “colpa del mare che si trova ad otto metri di profondità” nel sottosuolo della Capitale. Capito che geni?

 

Last but not least, lo splendido “fragranza di reato” che tanto piace agli incolti consiglieri e rappresentanti pentastellati, in questo post rilanciato dal giornalista Enrico Barbieri, in tutto il suo splendore.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(20 settembre 2016)

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2016 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 

 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi