22.9 C
Roma
lunedì, Agosto 2, 2021

Marocco, arrestate ed espulse due Femen che manifestavano contro i fatti di Béni Mellal

Femen Marocco Beni Mellaldi Ahmed Naouali

 

 

 

 

 

 

 

 

La natura intollerante del potere maschilista che governa in Marocco si è nuovamente manifestata con l’arresto e la conseguente espulsione di due componenti francesi del gruppo Femen che avevano manifestato davanti al Tribunale in occasione del processo ai giovani omosessuali pestati a sangue e trascinati nudi per le strade da un mob di delinquenti tollerati dal regime. Le due Femen si sono spogliate di fronte al tribunale dove sono restate a seno nudo per poche decine di secondi prima che la folla si radunasse per costringerle a ricoprirsi e la polizia le arrestastasse.

 

Un seno nudo, in Marocco, è molto più peccaminoso di ogni porcata perpetrata da politica e giudici ai danni dei più deboli. Così va la Giustizia, scusate “giustizia” con la “g” minuscola, nel regno di Mohammed VI governato dai filo-islamisti.

 

Per la cronaca, l’11 aprile scorso, quando si sono svolti i fatti, davanti al tribunale della città marocchina erano alcune centinaia le persone che stazionavano gridando a gran voce che i due giovani omosessuali fossero condannati e i loro aggressori liberati.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(14 aprile 2016)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2016 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

POTREBBERO INTERESSARTI

4,576FansMi piace
2,368FollowerSegui
119IscrittiIscriviti
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: