Pubblicità
12.9 C
Roma
9.4 C
Milano
Pubblicità
PubblicitàBritish School Banner 2023
PubblicitàLancio Master 2023 Limited Edition
Pubblicità
Pubblicità
HomeCopertinaEcuador, l'orrendo populismo di Correa chiude le organizzazioni per i Diritti Umani...

Ecuador, l’orrendo populismo di Correa chiude le organizzazioni per i Diritti Umani degli inidgeni

Ecuadorean President Rafael Correa has expressed sympathy for Julian Assange.di Daniele Santi

Sono i nuovi dittatori populisti che stanno distruggendo il concetto di democrazia in America Latina, sono quelli legati all’ideologia tuttologa di Cuba e dello scomparso Chávez – i fallimenti del chavismo sono sotto gli occhi di tutti coloro che vogliano vederli – o al presentarsi come il buon padre di famiglia di Rafael Correa, atteggiamenti che paiono mutuati dal berlusconismo.

L’ultima del presidente ecuadoriano è chiudere le organizzazioni per i Diritti dell’ambiente e degli indigeni, decisione presa con una decreto presidenziale che darà a Correa il diritto di chiudere tutte le organizzazioni fastidiose che premono affinché faccia ciò che promette come quelle per i Diritti Umani e, grazie ad estensioni del decreto, zittire le opposizioni, istituzionalizzate o no.

Con l’accusa ad alcuni dirigenti di avere partecipato a “manifestazioni violente”, accuse mai provate, Correa ha dissolto lo scorso 4 dicembre l’organizzazione Fundación Pachamama che si occupava di diritti ambientali e degli indigeni, con un decreto del Ministero dell’Ambiente.

Di questo passo, segnala Human Rights Watch, il presidente Correa potrà a suo a piacimento, dissolvere o ordinare la chiusura, di tutte le associazioni che si opporranno al suo programma di governo.

E’ l’orrendo volto del populismo.

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2013
diritti riservati
riproduzione vietata

[useful_banner_manager banners=17 count=1]

 

In Evidenza