31.4 C
Roma
29.8 C
Milano
Pubblicità
Pubblicità
Torino
pioggia leggera
23.4 ° C
25.3 °
21.5 °
63 %
2.6kmh
40 %
Mer
23 °
Gio
23 °
Ven
23 °
Sab
24 °
Dom
16 °

POLITICA

Pubblicità

ALTRA POLITICA

Pubblicità

ESTERI

Pubblicità
HomePolitica & Pop CornDella campagna, della propaganda

Della campagna, della propaganda

Pubblicità
GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Claudio Desirò

“È giunta mezzanotte, Si spengono i rumori, Si spegne anche l’insegna, Di quell’ultimo caffè”, cantava Modugno con una strofa che ben si addice alla chiusura della campagna elettorale. Tacciono le voci, si svuotano le piazze e, finalmente, non si sentono più i tanti, troppi, slogan con cui sono infarcite le settimane che ci accompagnano verso i weekend elettorali negli ultimi anni. Oddio, non si sentono e non si sentiranno per qualche giorno, salvo poi riprendere in quella campagna elettorale senza fine, cui ci ha ormai abituato la politica nazionale contemporanea.

Ed in queste settimane ne abbiamo sentite tante, grazie, si fa per dire, alla decadenza politica culturale di molti esponenti che, trasversalmente, hanno deciso di tentare l’avventura verso Bruxelles.

Tra accrocchi elettorali i cui simboli prendono le sembianze delle porte dei frigoriferi costellati di magneti turistici delle più disparate città, liste di pseudoscopo messe insieme con l’unico scopo di superare gli sbarramenti e neonati movimenti che mettono insieme opposti estremismi per permettere al suo ideatore di superare le difficoltà economiche del proprio editore, possiamo dire di aver visto, e vedremo purtroppo sulla scheda elettorale, di tutto e di più.

Ed abbiamo anche ascoltato tutto ed il suo contrario in una rincorsa senza freni alla sparata più clamorosa.

In questo, il fuoriclasse non serve nemmeno citarlo, ricordando unicamente il suo invito a segnare il simbolo della XMas per votarlo. Su di lui, inutile aggiungere altro, d’altronde il contenitore che lo ospita non è nuovo a deliri elettorali privi di senso compiuto, anche a causa del Kapitano che lo guida.

Ovviamente, dal mare magnum del populismo più d’accatto, non poteva rimanere fuori il PD di piazza e di slogan che, oltre ad aver schierato tra le proprie fila candidati dichiaratamente contrari agl aiuti militari a Kiev, ha incentrato la propria propaganda sul Sistema Sanitrio Nazionale, di cui l’Europa nemmeno si occupa. Ma tant’è, quando non si hanno idee, vale tutto pur di prendere in giro il proprio elettorato, pur di raccimolare qualche voto. Populismo d’accatto che è la via tracciata dal riferimento politico culturale del PD, ossia quel movimento a guida Conte, antisemita e putiniano, che non ha disdagnato nemmeno di inserire l’hashtag “pace” nel proprio simbolo. Figuriamoci se poteva, quindi, disdegnare di ricavalcare lo slogan del Reddito di Cittadinanza, questa volta in chiave europea.

E che dire della sinistra più sinistra, quella che candida la Salis per il merito, secondo loro, di essere stata in Ungheria, dopo nel quale si è recata per impedire una manifestazione, regolarmente autorizzata, ma di pensiero diverso dal suo? Un esempio di grande spirito democratico, meritorio di un giro a Bruxelles. Secondo alcuni.

Una campagna elettorale ricca di contraddizioni anche interne agli stessi contenitori, con l’assemblaggio di “stati uniti d’Europa” che presenta al suo interno chi sostiene la causa di Putin e di Europa e sua unità ne farebbe volentieri a meno.

Una corsa elettorale dalla quale, come sempre, nemmeno la Magistratura è voluta stare fuori: prima i casi PD in Puglia e Piemonte, poi la vicenda Toti. Certo, mentre sul caso del Governatore della Liguria non si spengono i riflettori, delle vicende processuali che riguardano il PD e le presunte collusioni con Sacra Corona e ‘Ndrangheta non se ne sente più parlare da mesi.

Sarà un caso, certo.

“Il fiume scorre lento, Frusciando sotto i ponti, La luna splende in cielo, Dorme tutta la città. Solo va un vecchio frac”, intanto Domenico Modugno continua a cantare.

 

 

(6 giugno 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Roma
cielo sereno
31.4 ° C
32.3 °
28.9 °
30 %
2.1kmh
0 %
Mer
32 °
Gio
38 °
Ven
39 °
Sab
33 °
Dom
26 °
Pubblicità

LEGGI ANCHE