Pubblicità
lunedì, Aprile 22, 2024
11.9 C
Roma
8.5 C
Milano
Pubblicità
PubblicitàBritish School Banner 2023

POLITICA

PubblicitàLancio Master 2023 Limited Edition

ESTERI

Pubblicità
Pubblicità
HomeCopertinaLa fortuna di avere una Presidente del Consiglio con l'elmetto

La fortuna di avere una Presidente del Consiglio con l’elmetto

GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Giovanna Di Rosa

“Da qui alle Europee” succederà di tutto”, sono state le auguste parole dell’augustissima presidente del Consiglio in quel dell’Abruzzo pre-elettorale e post-Sardegna; è quella presidente Consiglio il cui partito (di cui è il presidente) scende nei sondaggi a ritmi allarmanti (proprio come successe a Salvini, guarda certo corpo elettorale cosa deve sopportare avendo la sfiga di passare i voti da un partito all’altro pur di stare a destra a tutti i costi). Ma io “ho l’emetto”, è stata l’autorevole chiosa.

Programmi elettorali? Nemmeno l’ombra. Ragioni per cui votare di nuovo Marsilio (terz’ultimo nella lista di gradimento dei governatori d’Italia dove troneggia Bonaccini)? Una sola: lo ha scelto lei. Motivo della scelta? Uno: io ci metto la faccia. E’ un po’ pochino come programma elettorale, ma le truppe cammellate accorse per il dì d’acclamazione della Venere di tutte le Destre, biondo oggetto del desiderio di coloro che continuano a cercare un salvatore della Patria contro ogni esperienza passata e presente (e quasi certamente futura) hanno avuto quello volevano: il verbo arguto e gridato della Presidente che basta lei e se gli altri che le ruotano attorno non sanno né quello che dicono né quello che fanno, poco importa. C’è lei: Giorgia, madre e cristiana che fa incarnazione al femminile del dio patria e famiglia da 1922.

Programmi? Chi se ne frega dei programmi: chi la vota oggi (o la voterà domenica) mica vuole programmi o promesse mantenute. Vuole miracoli. Quelli che ha voluto da Berlusconi, poi dal M5S, poi da Salvini e ora da Nostra Signora delle promesse non mantenute, ma dai roboanti sogni di presidenzialismo dicasi elezione per acclamazione. Se quello vogliono quello avranno. Agli altri non resta che ingurgitare l’amaro calice del dover tornare a votare. E anche quelli son problemi.

 

P.S. Interessanti le foto che ritraggono Meloni circondata dai Vassalli nella convention pro-Marsilio, riprese dal retropalco: di dèi di spalle, le truppe cammellate accalcate sotto il palco e dietro di loro potentissimi fasci di luce bianca ad impedire di capire se c’era altra gente o solo fasci di luce (di luce, stiano calmi quelli che si incazzano per un nonnulla).

 

 

(6 marzo 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 



Pubblicità

LEGGI ANCHE