24.2 C
Roma
15.9 C
Milano
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

POLITICA

PubblicitàLancio Master 2023 Limited Edition

ESTERI

Pubblicità
HomeCopertinaPene inasprite per chi occupa appartamenti o stabili di proprietà altrui. Varrà...

Pene inasprite per chi occupa appartamenti o stabili di proprietà altrui. Varrà anche per Casapound?

Pubblicità
GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Eccolo il governo dell’inasprimento delle pene contro le donne Rom “incinte per non andare in galera” [cit.] e dell’inasprimento delle pene facendo stare zitto l’unico tecnico in grado di dire come starebbe le cose, quel ministro Nordio al quale è stata chiusa la bocca da mesi.

Molte e fondamentali [sic] le misure d’inasprimento delle pene, con qualche racconto di troppo da parte delle opposizioni, con misure che non sono più obbligatorie, ma a discrezione del giudice, e con altre che pretendono di trasmettere il racconto secondo il quale si inaspriscono le pene contro chi abusivamente occupa proprietà altrui, appartamenti o stabili nello specifico. Ci chiediamo se la misura sarà applicata anche a Casapound la cui occupazione dello stabile nel centro di Roma è ormai barzelletta e rispetto alla quale tanto Meloni quanto Gualtieri osservano un silenzio imbarazzante per chi guarda alle istituzioni con fiducia.

Ecco dunque servito il nuovo governo dei marescialli tutto d’un pezzo che infornano misure che saranno per lo più inapplicabili e che vanno, come al solito, contro le categorie più deboli: hanno iniziato dai rave, sono passati sopra le coppie dello stesso sesso con particolare accanimento contro le donne, Salvini ha fatto il suo bel discorsetto contro le donne Rom (e solo contro di loro) e le opposizioni si scagliano: ma tocca ricordare che non hanno fatto granché per risolvere queste questioni senza spirito forcaiolo quando stavano loro al governo ed era il loro turno.

Ora vedremo se insieme a poveracci e derelitti che non sanno dove andare a dormire verrà sgomberata anche Casapound nel centro di Roma. Aspettiamo e speriamo. Al di là del detto popolare.

 

(18 novembre 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 

 

 



Pubblicità

LEGGI ANCHE