Pubblicità
15.4 C
Roma
13.8 C
Milano
martedì, Aprile 16, 2024
Pubblicità
PubblicitàBritish School Banner 2023

POLITICA

PubblicitàLancio Master 2023 Limited Edition

ESTERI

Pubblicità
Pubblicità
HomeNotizieDiritti UmaniIl Governo che odia chi salva la gente in mare ordina il...

Il Governo che odia chi salva la gente in mare ordina il fermo della Geo Barents

GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Habib El Hawati

Il Governo forte coi deboli e debole coi forti, quello delle misure imprescindibili come il decreto sui rave e che ha ricominciato la patetica (perché sub-umana) guerra alle Ong, ha ordinato il fermo amministrativo di 20 giorni della nave di Medici Senza Frontiere (premio Nobel per la Pace nel 1999) quella Geo Barents che ha osato sfidare il potere assoluto (ma pro-tempore) del ministro Piantedosi andando ad effettuare tre salvataggi (durante la stessa spedizione) di essere umani che stavano crepando in mare.

L’onta non è sopportabile, dunque ecco l’ordine che piove dall’alto di un Governo inumano che ha deciso, secondo i dettami della destra sempre più razzista e sempre più salviniana che anziché risolvere i problemi legati ai migranti (riaprendo ad esempio i flussi per gli ingressi regolari in Italia di gente che vuole lavorare) li inasprisce, anche socialmente, a scopi puramente elettorali quando non elettoralistici. Quindi fermo amministrativo di 20 giorni e mula di 10mila euro per la Geo Barents.

Gongoleranno, al Viminale, ma a MSF sono pronti ai ricorsi ed avendo rispettato il diritto del mare, che non è quello del ministro del decreto sui rave, misura fondamentale per il benessere dell’Italia, sono immaginabili processi di larga portata mediatica a beneficio di chi gode soltanto se qualcuno lo intervista, pur avendo assai poco da dire.

Tocca così prendere atto che la questione Ong è una vera e propria guerra pianificata contro chi salva esseri umani, legale, perché voluta da leggi dello Stato, votata dai partiti al Governo, un governo formato da formazioni che si riempiono la bocca (spesso aperta per raccontarvela meglio) di paroloni sull’importanza della vita e sulla necessità di preservarla. Tanto quelli che crepano in mare non portano voti, neanche da vivi.

 

(24 febbraio 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 


Pubblicità

LEGGI ANCHE