28.4 C
Roma
venerdì, Maggio 20, 2022
Pubblicità
Pubblicità

Enrico Letta: “Sulla guerra in Ucraina l’Europa non deve stare al rimorchio degli Stati Uniti”

POLITICA

di Daniele Santi

Enrico Letta ha sottolineato, alla viglia del viaggio di Draghi negli USA, che “sulla guerra in Ucraina l’Europa non deve stare al rimorchio degli Stati Uniti”, una posizione che il segretario PD aveva resa nota anche precedentemente insieme all’idea di una Confederazione Europea che anticipi l’ingresso di Paesi come Ucraina, Moldova, Serbia e Albania nella famiglia europea.

Draghi incontrerà Joe Biden nel primo incontro ufficiale bilaterale dall’insediamento di entrambi. Letta ha poi sottolineato la necessità di intavolare negoziati di pace veri, per arrivare a un rapido cessate il fuoco. L’ipotesi di Letta respinge, con una certa chiarezza, l’ipotesi del premier britannico Boris Johnson, sempre fantasioso sui territori altrui, di un sostegno in armi all’Ucraina per arrivare alla vittoria contro Putin. Anche Cuperlo, presidente della Fondazione Pd, la linea di Johnson rischierebbe di tradursi in una catastrofe.

Letta, scrive l’Agi, propone che “cinque grandi Paesi, Italia, Francia, Germania, Spagna e Polonia si muovano ora, uniti per la pace. Andare prima a Kiev e poi incontrare Putin. Non dobbiamo farci guidare dagli Usa, l’Europa è adulta. Questa guerra è in Europa e l’Europa deve fermarla. Sarebbe sbagliato firmare la pace negli Usa, come fu per l’ex Jugoslavia”. La proposta era stata lanciata anche da Pierluigi Bersani dai microfoni di Forrest su Rai Radio 1.

 

(9 maggio 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 



- Advertisement -

Ultime Notizie

Pubblicità

I più letti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: