Salvini: “Le varianti come reazione al vaccino”. Il Salvini-scienziato era quello che mancava

Leggi di più

Bologna, dodici misure cautelari tra appartenenti al Collettivo Universitario Autonomo e Laboratorio Cybilla

di Redazione Bologna Questa mattina la DIGOS della Questura di Bologna ha eseguito su disposizione della locale Procura della Repubblica, nella persona del Procuratore Capo dott. Giuseppe Amato e del dott. Antonio Gustapane, titolare delle indagini, 12 misure cautelari, emesse dal G.I.P. del Tribunale di Bologna, dott. Claudio Paris, a carico di altrettanti appartenenti del Collettivo […]

Volpi e Garozzo consegnano il fioretto alla Città di Torino

di Redazione Torino Il Grand Prix FIE TROFEO INALPI incorona Torino capitale mondiale del fioretto nell’ambito della prima prova del calendario GRAND PRIX SERIE 2023 di fioretto maschile e femminile in programma al Pala Alpitour dal 10 al 12 febbraio, Alice Volpi e Daniele Garozzo consegneranno il fioretto al sindaco Stefano Lo Russo e all’assessore allo Sport e […]

Tragedia sul lavoro nel cantiere del Terzo Valico a Voltaggio: muore un 33enne

di Redazione Alessandria Tragedia nel cantiere del Terzo Valico a Voltaggio, nell’Alessandrino attorno all’una di notte del 7 febbraio. Uno scoppio, dovuto probabilmente a una fuga di gas, e la fiammata che ne è seguita, ha provocato la morte di un operaio e il ferimento di un altro operaio. La vittima è un uomo di 33 anni, calabrese, in […]

Il Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano è il primo in Europa con doppia certificazione FSC e PEFC per la gestione forestale sostenibile e i servizi...

di Redazione Bologna In Italia i boschi arrivano a coprire il 37% del territorio: un grande valore che deve però essere gestito in maniera opportuna[1]. È infatti necessario tutelare il patrimonio forestale e arboreo italiano a 360 gradi, tenendo conto dei suoi “servizi ecosistemici”, ovvero i benefici multipli forniti dagli ecosistemi al pianeta e al genere […]

CONDIVIDI

di Giovanna Di Rosa, #Lopinione

Avendo il governo, la ministra Lamorgese insieme all’antiterrorismo, denunciato pubblicamente e finalmente il “Rischio infiltrazioni violente dell’estrema destra nei gruppi No Vax“, Salvini non poteva farsi rubare la scena e se n’è uscito con una cosa, secondo noi gravissima, ma sicuramente funzionale allo scopo, come “Le varianti come reazioni al vaccino”.

Era ospite de La 7 a “L’Aria che Tira” trasmission che, come un triste presagio, ci ha detto che l’aria che tira è proprio quella: dire la prima cosa che passa per la testa, con elezioni alle porte, dopo avere votato un decreto che aveva detto non si sarebbe votato mai, con la necessità di terza dose e obbligo vaccinale alle porte, vanificando un durissimo lavoro di scienziati, virologi ed esperti nel settore che si scannano quotidianamente per dire le cose come stanno.

Secca la replica degli esperti che lavorano alla lotta al Coronavirus: “Ognuno parli di quello che sa”; con il professor Galli che si spinge più in là e ripete che “Le immunizzazioni salvano le vite” e qualcun altro – ma cosa volete mai che importi a Salvini, lui che lavora per avere un voto in più di Meloni e pagherà un prezzo politico personale altissimo per le sue continue uscite incontrollabili – ricorda che le varianti nascono assai prima dei vaccini.

I partiti dovrebbero porre un freno alle scampagnate verbali in libertà dei loro dirigenti, soprattutto quando in gioco c’è la vita dei cittadini, la loro salute, le loro libertà democratiche.

 

(10 settembre 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: