La manifestazione “No Green pass” fa flop ma Forza Nuova è sempre lì: cartelli (e cerino) in mano

Condividi

di Daniele Santi, #politica

La manifestazione “No Green pass” fa flop, non solo per i controlli, ma perché quando non c’è nulla da dire e stai perdendo la faccia a forza di minacce irripetibili, inutili, mirate solo a coloro che si pensa di dover demolire, anche fisicamente, perché se non si hanno i mezzi per capire se una situazione è grave o no, chi volete mai che vi segua. Chi li seguirà se non solo per un po’?

Dunque la clamorosa e massiccia manifestazione di protesta No Vax e No Green Pass, con Forza Nuova in prima fila, particolarmente a Roma, perché dove ci sono agitazioni tocca starci cartelli e cerino in mano e poderose corde vocali al vento, è praticamente un flop.

I No Vax che sono anche leoni da tastiera, tutti una minaccia via Telegram, quando c’è da bruciarsi le palle stanno più attenti – almeno così pare dalle prime notizie – e nelle cinquantatré manifestazioni convocate per protestare contro l’entrata in vigore dei nuovi obblighi legati al certificato verde, necessario da oggi, primo settembre, per viaggiare sui trasporti a lunga percorrenza (dunque treni ad alta velocità e Intercity per quel che riguarda il traffico ferroviario, aerei, autobus che collegano più di due regioni e navi che collegano regioni diverse), a scuola e all’università, sono andate quasi deserte.

Poche decine di persone si sono presentate alle 14.30 nei 53 punti di raccolta, le stazioni delle principali città, complici [sic] anche i dispositivi di sicurezza disposti dai comitati di ordine pubblico e scattati già nella notte, con le stazioni blindate e decine di agenti di polizia e carabinieri schierati in linea con le dichiarazioni del  Viminale che ha promesso tolleranza zero verso ogni forma di violenza. Ci sono i sit-in, che a furia di manifestare ci si stanca.

Spicca il cartello di Forza Nuova “Italiani contro il Green Pass” che dimentica di dire quanti e dove sono. Tutti coloro che ho incontrato negli ultimi giorni viaggiando lo aveva e lo certificavano senza problemi. Anzi, sorridendo. Ironia iconoclasta a parte, mentre scriviamo non si hanno notizie di tensioni o disordini, perché quando l’ordine si vuole mantenere si mantiene.

 

(1 settembre 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 

 



Pubblicità

altre notizie

I No Green pass chiamano il 112 della Polizia per dire che la Polizia li blocca senza sapere che al 112 risponde la Polizia

di Daniele Santi, #poverinoi Così, visto che erano circondati dalla polizia, per dirla alla Ridolini cercando di evocare le espressioni soddisfatte...

Quelli che “già a Pompei” c’era un “mosaico” che “conteneva un QR code per il Green pass”

di Giovanna Di Rosa, #bufale E' proprio quella magnifica invenzione che è Bufale.net a riportare la notizia. I creduloni...

David Sassoli ricoverato in ospedale in Italia dal 26 dicembre

di Redazione Politica Il presidente del parlamento europeo David Sassoli è ricoverato dal 26 dicembre in ospedale in Italia per complicazioni...

Iran. Ventenne decapitato dalla famiglia perché omosessuale

di Ragazzi di Tehran, #Iran Aveva 20 anni e si chiamava Alireza Monfared. Aveva vent'anni e voleva una nuova vita....
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: