28.9 C
Roma
domenica, Settembre 26, 2021

Muoio per vedere i belgi in campo infilarsi le dita “in quel posto” e gli Italiani fare lo stesso. Per solidarietà…

di F.F. #Euro2020

Gli Italiani sono i migliori creatori del loro mito. Dategli un po’ di potere, un po’ di notorietà e tireranno fuori cose inimmaginabili. E’ il caso del calcio: capace a rendersi ridicolo anche in presenza di grandi performance sportive, come quella che si sta ottenendo.

La Nazionale Italiana si è rivelata essere principessa della democristianità. E il Chiellini portavoce il distributore di novelle che nessuno scrittore, per quanto fantasioso o sgrammaticato, avrebbe potuto raccontare peggio. Sappiate, amiche e amici Italiani, che i signori della Nazionale non condividono l’immorale Black Lives Matters che li costringe addirittura a doversi inginocchiare in nome di chi razzismo è crepato. Questa è l’unica questione degna di nota di tutta questa orripilante e disumanissima storia di genuflessioni, condivisioni e cialtronismi. Non si rendono conto del problema, o si rendono conto e lo ignorano. Che è peggio.

Perché il punto per l’Italia del Chiellini portavoce è evidentemente la propria libertà di non inginocchiarsi o inginocchiarsi a seconda della scelta dell’avversario. Se l’avversario sta in piedi, anche l’Italia sta in piedi; se l’avversario si inginocchia, anche l’Italia si inginocchia. Per le battute vi rimandiamo al titolo. Per le libertà rivendicate a Orbán e Putin.

Non ci sono risate sufficienti per sommergere questa montagna di nulla che cresce ad ogni respiro. E non ci saranno risate sufficienti per sommergere il ricordo della dichiarazione chielliniana rilanciata dalla FIGC nel bel mezzo di una campagna mondiale a protezione delle minoranze. Tutte. Con le radio e le trasmissioni sportive ad arrampicarsi sugli specchi in difesa dei calciatori italiani che vogliono avere la libertà di inginocchiarsi o no a seconda che lo faccia l’avversario. O non lo faccia.

Sorge il dubbio, dunque, che il problema sia estetico. Insomma già che siamo in campo cerchiamo di capire che se una parte del palco è in piedi e l’altra inginocchiata si crea un fastidioso effetto obliquo. Dunque non è un problema sociale, ma scenografico.

 

 

P.S. Quale solidarietà l’Italia del calcio si sente di dover dimostrare al Belgio?

 

(26 giugno 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 




POTREBBERO INTERESSARTI

4,637FansMi piace
2,370FollowerSegui
119IscrittiIscriviti
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: