Pubblicità
12.1 C
Roma
11.3 C
Milano
Pubblicità
PubblicitàBritish School Banner 2023

POLITICA

PubblicitàLancio Master 2023 Limited Edition

ESTERI

Pubblicità
Pubblicità
HomeCopertina"La Politica parla dei Maneskin". Di Battista s'indigna, quando esponenti M5S parlavano...

“La Politica parla dei Maneskin”. Di Battista s’indigna, quando esponenti M5S parlavano dell’esistenza delle Sirene s’indignava meno

GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Daniele Santi, #Politica

Il fine intellettuale Di Battista s’indigna perché il 23 maggio, invece di 2parlare di Capaci”, la “politica parla dei Maneskin”. Ci sono ragioni per indignarsi, naturalmente, se non fosse che la politica ha abbondantemente parlato del 23 maggio e della strage di Capaci, semmai ci sarebbe da indignarsi per “come”, dopo quella strage, le cose stiao ancora come stanno.

Di Battista s’indigna quindi per quella che sembra voler definire una volgarità ed un imbarbarimento, ma ha la memoria corta: lui è stato una delle punte di diamante di un movimento, il M5S, che ignorava quella “trattativa Stato-Mafia” di cui l’ex grillino, ora scrittore di libri venduti col quotidiano di travaglio e autore di reportage indimenticabili, si fa accusatore. Lo faceva, il suo M5S parlando dell’esistenza delle Sirene, delirando di terre piatte e straparlando di vaccini che erano la rovina dell’umanità e guarda cosa gli è toccato quando sono stati al Governo.

Non ce la fa a stare lontano dai riflettori. Proprio non ce la fa.

 

(24 maggio 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 




LEGGI ANCHE