24.5 C
Roma
21.7 C
Milano
Pubblicità
Pubblicità
Torino
cielo sereno
20.2 ° C
20.5 °
17.4 °
60 %
2.1kmh
0 %
Mar
20 °
Mer
23 °
Gio
24 °
Ven
26 °
Sab
21 °

POLITICA

Pubblicità

ALTRA POLITICA

Pubblicità

ESTERI

Pubblicità
HomeCopertinaNon crediamo che Mattia Santori sia tutto quel "vuoto politico" di cui...

Non crediamo che Mattia Santori sia tutto quel “vuoto politico” di cui leggiamo qua e là

Pubblicità
GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Giancarlo Grassi #Politica

Se torniamo a ciò che Mattia Santori ha detto durante il programma di Corrado Formigli su La7 lo scorso 11 marzo, non possiamo certo trarre la conclusione che qualcuno, ci sembra Carlo Calenda, ha scagliato nei giorni scorsi parlando di una sua intervista vuota e di rara inconsistenza politica, o qualcosa di molto vicino a questo. Se stiamo parlando della stessa intervista letta dall’On. Calenda possiamo dire che la banalità delle domande poteva assai più della  scarsa potenza delle risposte. Ma siamo sempre nel campo delle opinioni.

E’ un fatto invece, ed è incontestabile se persino Stefano Bonaccini non manca di sottolinearlo, che questa politica vuota di cui si vaneggia, soprattutto quando non è la nostra, questo Mattia Santori ridicolizzato al quale tutti si rivolgono con toni paternalistici come se fosse un ragazzino da redarguire, quando c’è da smuovere le masse qualcosina combina. Basti tornare alle elezioni in Emilia Romagna e all’accordo, sulle idee, che proprio Bonaccini fece e che gli permise di vincere elezioni che tutti davano per perse.

Nel corso del programma di Formigli poi non ci è sembrato che Santori delirasse di inconcludenze & incongruenze quando impietosamente e con grande grinta elencava uno dietro l’altro i limiti invalicabili che la politica politicata dai potentati che da lì non si vogliono schiodare, il riferimento è al PD ma anche ai vari potentati dentro Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega, quel tappo chiamato vecchia politica che accusa gli altri di essere troppo giovani  e di essere vuoti, non vuole superare impedendo all’Italia di evolversi.

Qualcuno pensa di poterlo dire meglio? Magari pure Santori sarebbe contento che accadesse, ma in questo paese sono tutti così impegnati a criticare gli altri da non avere poi tempo di fare meglio di ciò che gli altri fanno male e continuano nel loro cieco girare su se stessi come trottole inconcludenti. Mattia Santori a Piazza Pulita ha invece offerto un bell’esempio di società civile che cerca, rimanendo società civile, di dialogare con la politica: una politica che “ci tratta con paternalismo”, parole di Santori, con l’aria che ha sempre il ministro Orlando quando va in televisione in tutta la sua inconcludenza (quello è il voto della politica! E ce l’hanno messo al Governo), parole nostre, o che non propone donne nei posti di governo “perché il PD è quella cosa lì” e non perché si sono sbagliati.

Sarà anche il “vuoto politico”, come ha detto qualcuno, ma ci vorrebbe qualcuno in più in grado di crearlo quel “vuoto politico” che con toni paternalistici si redarguisce. perché se è il “vuoto politico” a permettere di sconfiggere le destre e riscegliare la politica allora quel “vuoto politico” lo vogliamo anche noi. E lo vogliamo in contrapposizione ai potentati di partito che hanno sostituito gli apparati di partito, da difendere, con il popolo, di cui non occuparsi.

Ma la politica è il contrario: sono i partiti ad essere al servizio dei cittadini e i cittadini non sono carne da cabina elettorale. Ammesso che non sia già troppo tardi.

 

(12 marzo 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 




Roma
poche nuvole
24.5 ° C
25.6 °
22.8 °
45 %
4.1kmh
20 %
Mar
24 °
Mer
29 °
Gio
31 °
Ven
35 °
Sab
35 °
Pubblicità

LEGGI ANCHE