Pubblicità
venerdì, Aprile 19, 2024
13.8 C
Roma
14.4 C
Milano
Pubblicità
PubblicitàBritish School Banner 2023

POLITICA

PubblicitàLancio Master 2023 Limited Edition

ESTERI

Pubblicità
Pubblicità
HomeL'Opinione GenovaGiovanni Toti gongola perché ha già vinto le elezioni regionali (che ci...

Giovanni Toti gongola perché ha già vinto le elezioni regionali (che ci saranno nel 2020)

GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Giancarlo Grassi Lopinione twitter@genovanewsgaia #Politica

 

Supponendo che nel 2020 esista ancora un M5S ed esista ancora Forza Italia essendo il primo in totale autoimplosione e la seconda in fase di prosciugamento da parte della neonata Italia Viva che sta fagocitando il centro che conta, che è quello demoliberista o liberaldemocratico che a votare non ci va più e che si riconosceva in Forza Italia, il governatore Toti – secondo in quanto a pochezza politica forse solo a Luigi Di Maio – gongola pensando, con l’1,6% di intenzioni di voto (per i sondaggi generosi, quelli meno generosi, ma forse più veritieri, lo danno allo 0,9%), di avere già vinto le elezioni del 2020.

Toti però non le ha vinte. Non ancora. E se ora si bea dell’allontanamento di PD e M5S – allontanamento? Quando mai sono stati vicini? – è perché la visione politica è a cortissimo raggio. Perché stanno succedendo cose che Toti non considera importanti. E fa male. Una, la più importante è il suo scarsissimo carisma, l’essere stato scaricato da Berlusconi, l’essere momentaneamente nell’occhio buono di Salvini, ma in quella casa lì le cose cambiano in fretta, e avere goduto di un governo amico a Genova che ha fatto apparire la sua azione politica migliore di quanto non sia in realtà.

Di fatto Giovanni Toti è debole e lo sa. Così debole che, novello Capitan Fracassa, offre consigli a PD e M5S come se non fossero perfettamente in grado di devastarsi da soli – come ha fatto Toti che messo all’angolo da Berlusconi, guardato di traverso da Salvini si è inventato un movimentucolo dal nome impresentabile “Cambiamo!”, dopo anni di governo e di politica. Se gli va bene gli danno anche ascolto e lo mandano a casa. guarda un po’.

 

(30 ottobre 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 




Pubblicità

LEGGI ANCHE