Pubblicità
11.5 C
Roma
10.4 C
Milano
Pubblicità
PubblicitàBritish School Banner 2023

POLITICA

PubblicitàLancio Master 2023 Limited Edition

ESTERI

Pubblicità
Pubblicità
HomeCoherentia et honestateQuelli che zitti zitti infilano nel decreto terremoto di Ischia un bel...

Quelli che zitti zitti infilano nel decreto terremoto di Ischia un bel maxi condono edilizio per l’abusivismo di massa nell’isola

GAIAITALIA.COM NOTIZIE anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Giancarlo Grassi #pentaleghismo twitter@gaiaitaliacom #Politica

 

La chiamano coerenza ed onestà e l’hanno rivendicata dall’inizio. Non hanno mai detto cosa fosse ed ora vediamo, chiarissimamente, che per loro coerenza ed onestà sono strumenti atti a dirigere le loro azioni politiche verso l’obbiettivo che hanno in mente, obbiettivo che conoscono solo loro, cambiandone la strategia e la comunicazione ogni cinque minuti e secondo poco democratici dettami della premiata ditta Casaleggio e chissà chi altri. Così ecco celarsi nelle profondità del decreto per il terremoto di Ischia (foto in alto di Giuseppe Clemente) voluto dal ministro del Lavoro, altresì detto giovine e bel virgulto baciato dalla fortuna come pochi, un condono tombale dell’abusivismo di massa sull’Isola, abusivismo che devasta Ischia.

Perché dove non arriva la natura troppo spesso arrivano i governi.

Se consideriamo che l’unica coerenza possibile visibile nel decreto è quella che riguarda il rapporto decreto-bottino di voti senza apparente soluzione di continuità, capiamo anche dove andare a puttane se vogliamo cercare l’onestà.

E’ un’altra straordinaria, ma più che prevedibile, mossa del meraviglioso governo del pentaleghismo che gode di così tanto favore presso gli Italiani da farne sentire i componenti inattaccabili, invincibili e soprattutto onnipotenti. Per questo sono già morti. Politicamente parlando.

Il tempo ci darà ragione.

 





 

(13 ottobre 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

LEGGI ANCHE