Home / Copertina / Twitter ha iniziato la rimozione degli account “sospetti”

Twitter ha iniziato la rimozione degli account “sospetti”

di Paolo M. Minciotti #twitter twitter@gaiaitaliacom #socialnetwork

 

 

 

Twitter ha iniziato la rimozione degli account sospetti dal conteggio dei followers dei suoi utenti e con un comunicato avverte che dalle prossime settimane i più popolari potrebbero sperimentare un calo “significativo” nel numero di utenti, come è già successo a Donald Trump (meno 100mila followers) o a Barack Obama (400mila in meno sui suoi 104 milioni di follower).

Scirve l’ANSA che la decisione di Twitter di rimuovere gli account già congelati per attività sospette rientra negli sforzi del social network (che sta riprendendo quota dopo le difficoltà degli ultimi tre anni) per “ripulire” la piattaforma dallo spam, dai troll e da altre pratiche che definire dubbie è un eufemismo. Per Twitter la delusione che molti utenti sperimenteranno nel vedere il numero dei loro follower calare, sarà ricompensata dallo stare su una piattaforma molto più sicura ed affidabile. In generale, spiegano da Twitter, il calo previsto per ogni utente sarà di circa quattro follower anche se quelli che “hanno il maggior numero di follower sperimenteranno una perdita più significativa”.

Un’operazione trasparenza che anche Facebook dovrebbe seguire, invece di spendere parole sul nulla.

 





 

(12 luglio 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

Comments

comments

Server dedicato
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi