Home / Copertina / Il mondo dei maschi si è accorto by accident che i maschi molestano le donne e i maschi

Il mondo dei maschi si è accorto by accident che i maschi molestano le donne e i maschi

di Giovanna Di Rosa #società twitter@gaiaitaliacomlo #violenza

 

 

Successe che improvvisamente il mondo dei maschi si accorse che i maschi molestavano le donne. Successe di colpo, quando le donne cominciarono a parlare e a ribellarsi e misero in crisi il mondo dei maschi. Pentimento maschile? No. Paraculismo da uomini travestito da denuncismo e pentitismo per mettersi in linea coi tempi. E non perdere il comando.

Ecco quindi i dati, più di 8 milioni di donne molestate, più di 3milioni e 500mila uomini molestati: da uomini. Per meno del 6% le donne sarebbero state molestate da donne. Per meno dell’8% gli uomini sarebbero stati molestati da donne. Dunque un mondo dove il maschio-maiale imperversa e chiede favori sessuali a chi vuole far carriera, o promettendo carriera, o nel bel mezzo della carriera, o per non perdere la possibilità di carriera. Il pene come strumento di vessazione e tortura. Perché il mondo è fallocentrico. Cioè al maschile. Il pentimento, di fronte a simili schifezze, è d’obbligo per il maschio pene-trattore che scopre improvvisamente che da quel coso pendulo e un po’ ridicolo, dipendono le sorti del mondo. Che da quel coso pendulo e un po’ ridicolo dipendono i destini di milioni di uomini e donne che a quello strumentucolo patetico messo alla berlina persino dai razzi, più grossi e più potenti, devono soggiacere se vogliono un futuro luminoso e scevro da preoccupazioni economiche o di lavoro.

Ecco così i maschi trasformati in disgustose e viscide puttane: tutto il moralismo messo in piedi dai maschi al potere crolla sotto il peso della vergogna indotta dai maschi che vogliono il piacere da donne e uomini per sentirsi più potenti, più capi e quindi, in ultima analisi, più maschi.

Suona sospetto tutto ‘sto pentimento tutto insieme. Tutti questi dati tutti insieme. Tutte queste denunce tutte insieme. Non sospetti per le vittime, ma per i carnefici. Che oltre ad avere vissuto e lavorato con il cazzo ora si pentono a cazzo – non sono mai stata una donna volgare, ma a volte la brutalità è necessaria.

Preparatevi, avremo altri botti di pentimento e quindi altri dati, denunce, grida di donne e uomini che non vogliono giustamente più essere vittime del maschio dominatore che “o ti abbassi le mutande o fuori”. Avremo altri impazzimenti che ci impediranno anche solo di abbracciarci fraternamente senza sospetti.

Ho sempre più la sensazione che questo mondo che ci siamo costruiti con le nostre mani, i nostri silenzi e la nostra mancanza di coraggio, tenda sempre di più a creare una società globale di persone sole. Più dominabili in quanto tali, così che chi lo governa, probabilmente un maschio, anche se donna, possa continuare a fare quello che cazzo gli pare. Più maschile di così.

 




(13 febbraio 2018)

©gaiaitalia.com 2018 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

Comments

comments

Server dedicato
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi