Da non perdere
Home / Notizie / Come se fosse una cosa seria / “Ti facciamo abortire negra di m…”, l’allegra giovane coppia formata da lei e lui esempio di odio razzista

“Ti facciamo abortire negra di m…”, l’allegra giovane coppia formata da lei e lui esempio di odio razzista

di Giancarlo Grassi, twitter@gaiaitaliacom

 

 

Eccoli là sull’autobus a Rimini, in tempo di vacanze, lei 19enne, lui 22enne. Una mano si infila abile e silenziosa in una borsa e ne estrae un cellulare. La proprietaria, una donna africana che aspetta un bambino, se ne accorge e chiede che il cellulare le venga restituito. Ne nasce un diverbio che alla fermata successiva diventa aggressione: la donna africana viene spintonata fuori dall’autobus. E’ l’africana l’oggetto dell’odio razzista di lei e lui coppia bianca con tutti i diritti: partono calci e pugni, calci diretti all’addome rigonfio della donna. Che è incinta. Lei si protegge il ventre con le braccia per difendere il suo bambino: “Ti facciamo abortire negra di m…” dicono i due esempi di perfetto italiano moderno, incolto, razzista e fascista.

Tutto quello che segue è prassi, con una novità. Gli insulti razzisti e le offese alla donna, minacce incluse, proseguono anche di fronte alla Polizia che li arresta. I due rappresentanti della gentaglia che non ha più rispetto per niente, per nulla, per loro stessi, per gli altri, per la convivenza civile. “Negra di m… ti faccio abortire”, “Tornatevene a casa negri di m….”. Credo che emigrerò. Con il mio compagno. Che è un negro. Guarda un po’.

Racconto l’episodio mentre scrivo questo articolo, a qualcuno che mi è vicino. Mi risponde: “Ero certa che sarebbe successo. Sono troppi…”, si accorge che è meglio non finire la frase. E’ una mia famigliare. E mi fermo qui.

Eccolo il mondo che ci siamo costruiti.





(17 agosto 2017)

 

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



 

 

Comments

comments

Server dedicato
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi