La Lurida per il #28giugno: “Essere un po’ meno orgoliosi e un po’ più feliczi, no?”

Pubblicità

Condividi

di La Lurida  twitter@LaLurida

 

 

 

Oggzi è il 28 gziugno, che è quel gziorno che la mia amica che si era rotta i maroni di averczi i poliziotti-minkia atacati a le natiche si è tolta i tacchi e cze li à dati in testa e via il putiferio e l’orgolio che poi quel gziorno lì è diventato – o dovrebbe essere diventato – un dì di festa. Poi quel 28 gziugno lì è diventata la gziornata che si andava per le strade a far le matte, che le prime son state le trans con qvattro ghèi qvattro, quelle trans che i ghèi moderni non le volion tra le gónadi per chè “son eczesive” e fan vedere le tette…

Sapete non cz’è gnente di peggzio di un ghèi moralista più moralista di gziovanardi… Davero, gnente.

E poi via e via e siam ‘rivati che i diritti che volevamo di riffa o di raffa cze li abiamo, cz’abiam messo vent’anni in Itaglia a averczene meno che da le altre parti di diritti, per chè i ghèi de le asocziazioni son dei gzènî in qvesto paese, mo’ cze li abiamo. Mo’ non va micca bene per chè non siam micca contenti uguale.

Mi racontava il Capo che a uno che colabora con la gaiaitaglia un ghèi di vent’anni di quelli convinti che cz’avran vent’anni per sempre czi ha detto che almeno “loro”, che non si sa bene chi son quei loro, “non han fatto come czertuni la rivoluzione nei czespugli”, che al ghèi di vent’anni czi sarà anche sembrata una roba inteligzente da dire, mo’ a mè micca tanto. Perché i czespugli son sempre stati de gli alberghi a ore – dio! l’Ornella! – e quando va gziù il sole si riempiono. E dato che non ti chiedon micca quanti anni cz’hai da l’alba in poi torni vergzine… Mi son spiegata?

Dunque sicome che con quei ghèi lì il 28 gziugno rischia di diventare una roba che non s’aguanta, nel senso che non si soporta – per chi non è mai stato da le mie parti tocca traduczere – per chè cz’han tutti un moralismo che fa spavento e il sesso solo dopo il matrimonio – scusate, l’Unione Czivile – e qvella roba lì, vorei fare una proposta da vecchia: per chè invecze di rompere i maroni con le vostre pretese da isteriche che si inventano dei linguaggzi e dei comunicati stampa dove ripeton la parola “orgolio” per trenta volte non fate micca uno sforzetto picolino per eser feliczi? Non czi vuol micca tanto. Uno cominczia a fare come mè…

Dopo che – sapete per a la gzente che czi piacevan gli vuomini come a mè alcuni deczenni fà non cz’era micca tanta selta – la mia familia ha scoperto chi ero e m’ha messa fuori da l’ussio (“ussio” forma dialetale bolognese di uscio=porta, Academia de la Checca); così mi son fatta su i miei stracczi e quando tornavo a casa mia la matina dopo essere ‘ndata a lavorare di notte, per via del fatto che non cz’era selta, vedevo un po’ coi miei stracczi che vestito czi potevo tirar fuori, se capite la sotile metàfora di una trans per selta obligata per ché non cz’era selta.

E sicome non cz’era selta e non cz’avevam feisboq e tuitter e le zat ghèi – come si chiama quel’altra kà? griller? – dove vedere un pipétto nuovo tutte le sere, qvando trovevam qvalcuno cze lo tenevam stretto, che magari ‘rivava che czi voleva anche bene a una trans per selta obligata per chè non cz’era selta. Non cze li avevam micca i libri de la Luxuria che non dicon gnénte mo’ quel gnénte è scritto da papa, che czi veniva a racontare di lei “farfalla” (mo’ con de le tette da rinoczeronte, poi vediam come fà a svolazare…), che pretendevan di insegnarczi a vivere e tutti “osanna, osanna”… No. Non cze li avevamo. Mo’ stavam benissimo uguale.

Fare uno sforzo, brave bambine da soczial, e provarczi a costruirsela la feliczità – invecze de l’orgolio e dei comunicati stampa che il 29 di gziugno son gzia nel czesso – magari non dà risultati subito, come invecze li dà l’aroganza di esser qvalcuno per chè si va sui gziornali due volte ne la vita, mo’ con pazienza e calma dà poi dei risultati che duran nel tempo. Se del tempo cze ne avrete abastanza, per chè a forza di perdelo a pensar colionate non so micca quanto durate.

E buon 28 gziugno amiche. Anche a gziovanardi e ai ghèi moralisti peggzio di gziovanardi. Che stiam qvà il tempo di uno sputo e litighiam e basta. Che orore…

 

 

(28 giugno 2017)

 




 

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 



 

 

 

Pubblicità

altre notizie

I No Green pass chiamano il 112 della Polizia per dire che la Polizia li blocca senza sapere che al 112 risponde la Polizia

di Daniele Santi, #poverinoi Così, visto che erano circondati dalla polizia, per dirla alla Ridolini cercando di evocare le espressioni soddisfatte...

Quelli che “già a Pompei” c’era un “mosaico” che “conteneva un QR code per il Green pass”

di Giovanna Di Rosa, #bufale E' proprio quella magnifica invenzione che è Bufale.net a riportare la notizia. I creduloni...

David Sassoli ricoverato in ospedale in Italia dal 26 dicembre

di Redazione Politica Il presidente del parlamento europeo David Sassoli è ricoverato dal 26 dicembre in ospedale in Italia per complicazioni...

Iran. Ventenne decapitato dalla famiglia perché omosessuale

di Ragazzi di Tehran, #Iran Aveva 20 anni e si chiamava Alireza Monfared. Aveva vent'anni e voleva una nuova vita....
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: