Home / Copertina / Iran, quando lo scomparso Rafsanjani giustificò lo sterminio nazista degli ebrei

Iran, quando lo scomparso Rafsanjani giustificò lo sterminio nazista degli ebrei

di No Pasdaran

 

 

 

 

 

Nel video che trovate a questo link, risalente al 2007, gli amici di No Pasdaran ricordano un terribile discorso dell’Ayatollah Rafsanjani, morto recentemente e definito dai giornalisti seri: riformista. Nel suo discorso, Rafsanjani praticamente giustificava lo sterminio degli ebrei avvenuto durante il periodo nazifascista.

Parlando davanti ad una folla di fedeli, Rafsanajni affermò che l’Europa “risolse un grande problema, il problema della minaccia sionista”. Secondo l’Ayatollah, infatti, nell’epoca nazifascista gli ebrei – nelle parole dell’Ayatollah “i sionisti” – causavano gravi problemi ai Governi con “le loro proprietà e la loro propaganda”. Per questo, “quanto Hitler e i Nazisti fecero agli ebrei era in buona parte causato” dagli stessi comportamenti degli stessi ebrei. Nel ragionamento malato di Rafsanjani, i Nazisti eliminarono e cacciarono gli ebrei “per salvare l’Europa”. Una espulsione che ha trasportato “questa calamità” (gli ebrei), sul mondo mussulmano (con la nascita dello Stato di Israele).

Un veemente discorso antisemita che, ancora una volta, mostra il vero volto di un personaggio tutt’altro che riformista, piuttosto intriso di fondamentalismo e razzismo.

 

 

 

(11 gennaio 2017)

 

 

 

 

©no pasdaran 2017 – per gentile concessione

 

Comments

comments

Server dedicato
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi