Home / Coherentia et honestate / Agli altri vietare i cambi di casacca mentre i 5Stelle possono cambiare due eurogruppi in 24 ore: favolosi

Agli altri vietare i cambi di casacca mentre i 5Stelle possono cambiare due eurogruppi in 24 ore: favolosi

di Giovanna Rosa

 

 

 

 

 

 

Del 78% dei voti dei fanatici del Sacro Blog chi se ne frega? Così che dopo avere farneticato sull’Alde ora il Vate di tutti i grillismi presenti e futuri torna sui suoi passi e rinegozia con Nigel Farage, l’euroscettico che odia l’Europa e che prende lo stipendio dall’Europa che tanto odia perché tra coerenti ed onesti ci si intende. Sarà una rinegoziazione che parte dal nulla ora che il M5S vale nulla nell’eurogruppo capitanato da Farage. Ci saranno teste tagliate, commissioni che si perderanno e la riduzione del gruppo pentastellato a quello che vale: zero. Ma cosa importa a Grillo di tutto questo? Cosa gli importa dei voti dei fanatici del Sacro Blog? Cosa gli importa dello strombazzamento di valori inesistenti? Ciò che vuole il Vate è tenere alta l’attenzione sul blog. Più blog, più click, più money. La politica a 5Stelle non esiste. E’ caos. E’ fantascienza. E’ acque torbide. E’ chi se ne frega. E’ qualcosa che riguarda gli oppositori. Perché tanto il M5S ha scosso l’establishment e Grillo ha l’assoluto potere sui suoi. Roma è lontana, Virginia Raggi che si arrangi, Di Maio è uno yes man e c’è sempre Travaglio che dice ciò che serve, Renzi è fuorigioco (momentaneamente) e non c’è un nemico vero e proprio da contrastare (perché Gentiloni è un Presidente del consiglio non un leader) e poi c’era una questione tremenda con la quale andavano fatti i conti. Senza eurogruppo il M5S avrebbe perso qualcosa come 680mila euro ed almeno venti collaboratori a Bruxelles che lavorano e portan voti (se hanno lo stipendio, in caso contrario non si sa perché la fame è una brutta bestia). Così che toccherà abbozzare e dopo essersi sperimentato europeisti e pro euro per un giorno si rientrerà nelle fila degli antieuropeisti e degli anti euro pronti a gridare il contrario di ciò che si è gridato ieri. Favolosi 5Stelle che ora dicono che l’accordo con Alde era solo di natura tecnica e non politica (ah, sì? Leggete qua).

 

Farage chiederà più xenofobia, più intolleranza, più razzismo e meno presenze pentastellate al movimentucolo di Grillo i cui esponenti, in Italia, si muovo come se avessero già vinto le elezioni e si incacchiano ad ogni domanda sgradita. Proprio come succede ai dittatori in erba.

 

 

 

 

(10 gennaio 2017)

 

 

 

 

 

©gaiaitalia.com 2017 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

Comments

comments

gaiaitalia.com

x

Check Also

#Budapest2017: strabiliante record del mondo di Adam Peaty sui 50m rana: 25″95!

Share this on WhatsAppdi Filomena Filippetti         Pazzesco record del mondo sui 50m rana maschili del britannico Adam Peaty ai Campionati Mondiali di Budapest 2017 che, dopo avere nuotato nelle batterie del mattino 26″10 ha superato se stesso nella finale del pomeriggio con un entusiasmante (e stellare!) 25″95 che ...

“Viva gli abbracci e viva la nostra sinistra”, di Anna Rita Leonardi

Share this on WhatsAppdi Anna Rita Leonardi, twitter@annaleonardi1     La parola “compagni” è ciò che ha sempre contraddistinto l’identità della sinistra. Chiamarsi “Compagni” è un modo per unire, per stare insieme, tutti sotto gli stessi valori. Ecco, davanti alla polemica dell’abbraccio Pisapia – Boschi, da parte di chi vorrebbe ...

Siamo in attesa di ricevere le direttive di Mdp su come stringere la mano e quando (e come) abbracciarci

Share this on WhatsAppdi Daniele Santi, twitter@gaiaitaliacom     Eccoci così costretti, noi ignoranti bufali senza senno, ad aspettare le nuove direttive di Mdp sulla stretta di mano e gli abbracci. E’ questo il profondo cambiamento politico che il partitino dei (senza) Speranza si propone per l’Italia? Non sappiamo. E’ ...

Finanziamenti pubblici ai partiti: la Lega deve restituire 48 milioni di euro

Share this on WhatsAppdi Gaiaitalia.com, twitter@gaiaitaliacom     Eccoli gli arzilli pargoli della truffa leghista ai danni dello Stato, quelli che gridavano “Roma ladrona” dalle piazze e poi facevano ciò che volevano con 48 milioni di euro che ora dovranno essere confiscati proprio alla Lega, come deciso dai giudici. Eccola ...

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne clicca su "leggi di più". Questo sito utilizza cookies di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi